123456 è la tua password?  Sappi che non sei solo ...

123456 è la tua password? Sappi che non sei solo …

Dal 2011, la Giornata mondiale delle password è celebrata il primo giovedì di maggio, con l’obiettivo di ricordare l’importanza di utilizzare password complesse per proteggere adeguatamente le informazioni personali. Tuttavia, nonostante le continue chiamate e le chiamate da parte di istituti e società di sicurezza informatica, le password più utilizzate rimangono opzioni come “123456”, “qwerty” o, semplicemente, “password”.

Il National Cyber ​​Security Center (NCSC), il centro nazionale di sicurezza informatica britannico, ha recentemente pubblicato l’elenco delle 100.000 password che si trovano più spesso nei furti di dati, dove puoi scoprire rapidamente se la tua password è tra le più popolari in tutto il mondo .

Questo elenco è stato ottenuto in collaborazione con l’esperto di sicurezza informatica Troy Hunt, il creatore del sito web Have I Been Pwned, che consente agli utenti di verificare se le loro informazioni personali sono state esposte nelle operazioni di violazione dei dati.

Se il tuo indirizzo e-mail viene visualizzato in uno degli elenchi presenti in Sono stato investito, si consiglia vivamente di modificare le password. NCSC offre alcuni suggerimenti per migliorare la tua sicurezza online.

Prima di tutto, devi usare una password diversa per ogni account. Questa misura garantirà che, in caso di furto dei dati di un account, gli hacker non possano utilizzare la stessa password per accedere ad altri, cosa che, ovviamente, accadrebbe se avessero una password comune a tutti loro.

Gli esperti suggeriscono anche che la tua password dovrebbe essere composta da tre parole casuali, al fine di rafforzarla (e, se possibile, aggiungere numeri o simboli). Tuttavia, è consigliabile evitare le parole scelte che contengono opzioni come il nome dei bambini o la squadra di calcio preferita, poiché sono dati che i pirati possono facilmente scoprire, ad esempio, sui social network.

I nomi di altri membri della famiglia, l’animale domestico o il luogo di nascita sono anche informazioni che l’NCSC suggerisce di mettere da parte se si desidera creare una password sicura. L’istituzione britannica avverte inoltre che lo scambio di lettere con numeri (ad esempio “pa55word”) avrà un impatto limitato sul miglioramento della sicurezza di una password.

Ricorda qui l’elenco dei peggiori “trasgressori di password“2018, riunendo in una Top10 le persone e le organizzazioni che hanno suonato le più grandi gaffe legate alle password. Scopri chi sono (e cosa hanno fatto) nella nostra galleria.