26 ° Congresso APDC: è necessario cambiare mentalità per rafforzare il mercato tecnologico portoghese

26 ° Congresso APDC: è necessario cambiare mentalità per rafforzare il mercato tecnologico portoghese

Durante un panel sul tema “Strategia digitale”, è stato discusso il tessuto imprenditoriale portoghese sulla capacità delle organizzazioni di adattarsi agli sviluppi tecnologici.

Luís Pedro Duarte, amministratore delegato di Accenture Strategy, ha sottolineato il ruolo trasformativo che la digitalizzazione ha sui modelli di business.

In questo senso, è necessario integrare la tecnologia nel DNA dell’azienda, dando spazio all’emergere di nuove opportunità, all’aumentata mobilità e alla dematerializzazione dei processi, secondo il funzionario.

A sua volta, Rogério Campos Henriques, direttore delle informazioni e membro del consiglio di amministrazione di Fidelidade, ha elogiato la predisposizione che i portoghesi, in quanto individui, mostrano quando si tratta dell’adozione di nuove tecnologie. Tuttavia, ha affermato che, al contrario, la capacità delle organizzazioni e delle aziende di adattarsi alle nuove tecnologie avviene molto più lentamente.

Il CIO ha affermato che è necessario cambiare mentalità e infondere una sorta di “senso di urgenza” negli ambienti aziendali, per quanto riguarda l’adozione di tecnologie innovative.

Ma l’esecutivo richiama l’attenzione sul fatto che “non è gettando soldi e tecnologia ai problemi che vengono risolti”. Le aziende devono analizzare e identificare gli ostacoli che impediscono loro di “fare un salto” verso un’ulteriore digitalizzazione. Solo in questo modo è possibile modificare correttamente i processi aziendali.

Miguel Stilwell de Andrade, presidente di Commercial Solutions di EDP, ritiene che non ci dovrebbe essere una strategia digitale “di per sé”. Durante il panel, il funzionario ha affermato che il digitale dovrebbe far parte di una strategia aziendale più completa che la sostiene.

Era fiducioso che l’evoluzione dei modelli di business potesse avvenire in 2-3 anni.

In un momento in cui le parole “imprenditorialità” e “innovazione” sono all’ordine del giorno, generate da eventi su larga scala come il Web Summit, Stephen Morais, direttore di Caixa Capital, ha dichiarato che “le aziende vogliono venire in Portogallo” e mai nella nostra storia il livello di imprenditorialità è stato così alto.

Nonostante abbia affermato che “viviamo in un’epoca d’oro dell’imprenditoria e della tecnologia in Portogallo”, il dirigente ha affermato che molti servizi digitali di cui sentiamo parlare oggi non stanno raggiungendo il nostro mercato. Stephen Morais afferma che ciò è dovuto al fatto che il nostro mercato è piccolo e il potere d’acquisto è più debole che in altre aree geografiche.