javascript contador Skip to content

7,5 milioni di minori su Facebook hanno meno di 13 anni

Commissione insoddisfatta delle politiche di protezione dei minori online

Tra i circa 20 milioni di minori che hanno utilizzato attivamente Facebook nell’ultimo anno, ci sono 7,5 milioni di giovani di età inferiore ai 13 anni. L’età è il minimo stabilito per utilizzare il servizio.

I giovani mentono al momento della registrazione, indicando una data di nascita fittizia ed eludendo il meccanismo di verifica del sito, ma anche i responsabili del più grande social network del mondo non stanno compiendo gli sforzi necessari in questa materia, sostiene l’organizzazione Consumer Reports, in uno studio pubblicato oggi.

Secondo l’organizzazione, oltre 5 milioni di minori che usano il social network hanno meno di 10 anni e la maggior parte di loro lo fa senza la supervisione dei genitori. “La maggior parte dei genitori di bambini di età pari o inferiore a 10 anni non era affatto preoccupata dell’uso del sito da parte dei loro figli”, afferma il comunicato stampa.

“Solo il 18 percento dei genitori ha i propri figli nell’elenco degli amici di Facebook, che è il modo migliore per monitorare l’uso dei propri figli” e solo il 10 percento ha parlato con i propri figli di prendersi cura online.

Nel caso di bambini di età compresa tra 13 e 14 anni, è stato riscontrato che il 62 percento dei genitori è “amico” dei propri figli sui social network. Uno dei motivi addotti è che i genitori credono che i bambini più piccoli siano meno predisposti ad assumersi dei rischi.

I genitori pensano che i loro bambini più piccoli non siano interessati alla pornografia, che con una mentalità di 10 anni, sono interessati solo alle cose per i 10. Ma possono sbagliarsi, difendere i responsabili, che avvertono della necessità di proteggere i più piccoli dalle minacce che vanno dal il malware agli inviti di estranei o bullismo.