javascript contador Skip to content

Agualva-Cacém è la seconda area del paese a salutare la TV analogica

6 milioni di guide informeranno le famiglie sulla DTT

La prima zona del paese a rimanere senza servizi di televisione analogica non è ancora stata chiusa, la preparazione per lo “spegnimento dei trasmettitori analogici” nella seconda zona per entrare ufficialmente nell’era della televisione digitale è già a terra.

Oltre il 95 percento del territorio offre ora accesso alla televisione digitale terrestre, una tecnologia a cui è possibile accedere tramite la normale TV e la solita antenna. Nel caso di televisori più vecchi (senza supporto per lo standard MPEG4) è necessario solo aggiungere un decodificatore di segnale e collegare il cavo dell’antenna a questo dispositivo. Il decodificatore, a sua volta, è collegato al televisore tramite un cavo SCART o 21 pin.

Tuttavia, alcune zone sono state scelte per avanzare prima del resto del paese per lo spegnimento del segnale analogico. Alenquer è la prima area del paese a passare permanentemente al segnale digitale, con lo spegnimento previsto per il prossimo 12 maggio, che obbliga tutti coloro che non utilizzano i servizi di televisione a pagamento e continuano a utilizzare la vecchia antenna, per avere il condizioni necessarie per garantire che il segnale continui a essere trasmesso. In Alenquer, solo i telespettatori residenti in un’area specifica vengono presi di mira dal blackout.

Il 16 giugno la procedura è stata ripetuta a Cacém, nell’area di Agualva-Cacém e in un’area in cui vivono circa 200 mila persone, sebbene non tutte siano potenzialmente interessate dal cambiamento (quelle con servizi a pagamento non lo sono).

Anacom, che coordina il processo, ha programmato diverse azioni di chiarimento in materia che sono organizzate con i comuni, come ha fatto ad Alenquer. Tre hanno già avuto luogo ieri e un altro è previsto per il 5 maggio, che si svolgerà all’Auditorium António Silva, a Shopping Cacém, alle 14:30.

Nazaré è la terza regione a migrare verso il digitale, prima dell’estensione dell’operazione per spegnere il segnale analogico, prevista per aprile 2012, in tutto il paese. Vale la pena ricordare che i decodificatori che consentono ai televisori più vecchi di ricevere il canali di segnali digitali generalisti sono in vendita nei negozi di elettrodomestici a prezzi a partire da 40 euro.

I pensionati e i pensionati con un reddito inferiore a 500 euro al mese, i titolari di reddito da inserimento sociale, le persone con disabilità con un grado di disabilità pari o superiore al 60% e le istituzioni di natura sociale possono beneficiare di sconti. Gli sconti possono raggiungere il 50 percento del valore del dispositivo.