javascript contador Skip to content

Altri link correlati “ottimizzati” nella ricerca di Google

Altri link correlati "ottimizzati" nella ricerca di Google

Se hai fatto ricerche su Google da ieri, probabilmente avrai notato la differenza nella presentazione dei risultati. Il cambiamento è il risultato dei miglioramenti apportati ai sitelink, che ora stanno cercando di indirizzare gli utenti di Internet alle informazioni che stanno realmente cercando.

Il sistema esiste da molto tempo, ma è stato limitato per includere più informazioni sul sito in una sola riga o quattro collegamenti a sezioni specifiche, come mostrato nell’immagine seguente.

vecchi sitelink

Da ieri, e anche se non esegui ricerche molto specifiche, i sitelink ti aiutano a navigare più rapidamente verso i componenti più pertinenti, che possono essere particolarmente importanti in portali complessi.

Sebbene le persone spesso abbiano in mente un compito specifico quando fanno ricerca, di solito iniziano con termini generali. Ad esempio, il caso della ricerca su una mostra in un museo vicino è usato nel blog ufficiale, riferendosi che normalmente la ricerca è per un museo d’arte, senza alcun riferimento alle mostre.

Daniel Rocha, Software Engineer per il team Sitelink, spiega che, man mano che il valore dei sitelink ha portato, il team ha continuato a migliorare l’aspetto e la qualità. Dopo alcune piccole modifiche nell’organizzazione e nell’algoritmo di generazione e classificazione dei collegamenti, la nuova versione è andata online ieri, estendendo fino a un massimo di 8-12 collegamenti per ogni sito.

L’algoritmo è stato inoltre combinato con il normale sistema di classificazione dei siti, che riduce la duplicazione e aumenta la pertinenza.

nuovi sitelink

Nei prossimi giorni le modifiche saranno effettive in tutte le lingue supportate dal browser e per le versioni più recenti dei principali browser Internet.

Google ha annunciato ieri una nuova funzione per migliorare la ricerca di argomenti specifici con Google Related, un’estensione per Chrome che integra anche la funzionalità di Google Toolbar e aiuta a indicare le informazioni relative alle pagine che vengono visitate, sia un articolo o prodotto di notizie da acquistare online. La ricerca è fatta in sfondo e i risultati sono mostrati solo dall’azione diretta dell’utente.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico