javascript contador Skip to content

Analisi e gestione dell’esperienza guadagnano spazio nel portafoglio di Adobe

Analisi e gestione dell'esperienza guadagnano spazio nel portafoglio di Adobe

L’analisi e la gestione dell’esperienza del cliente sono due delle aree su cui Adobe si concentra maggiormente in questo momento. La società si impegna a fornire ai propri clienti strumenti per il marketing digitale che rendano redditizi gli investimenti, avendo recentemente lanciato la soluzione Digital Enterprise Platform.

“Queste sono aree che cresceranno rapidamente nel prossimo futuro, dato il pieno potenziale offerto da smartphone e tablet nell’area editoria digitale e marketing digitale “, ha affermato Nuno Rocha, account manager di Adobe per il Portogallo, in un incontro con i giornalisti in cui la società ha reso noti i suoi risultati finanziari e ha spiegato le decisioni strategiche più recenti.

Con diversi Soluzioni per l’esperienza del cliente, La piattaforma Enterprise digitale di Adobe mira a facilitare la creazione di interazioni multicanale tra aziende e utenti attuali di social media e dispositivi mobili.

“Questa è una pietra miliare significativa nel raggiungimento della visione di Gestione dell’esperienza del cliente Adobe e offre alle aziende la possibilità di combinare marketing e IT per creare soluzioni convincenti che aumentano la fedeltà al marchio e promuovono la differenziazione competitiva “, sostengono i leader di Adobe.

Attualmente rappresenta il 50% del business di Adobe, la quota di strumenti documentari dovrebbe aumentare nei prossimi anni con il business che evolve al 60%. In questo 60%, il 15% riguarderà direttamente la gestione dell’esperienza del cliente e le soluzioni di analisi. Il restante 40% del totale è legato alla vendita di suite e strumenti creativi.

Per quanto riguarda i risultati finanziari, nel terzo trimestre fiscale, conclusosi il 2 settembre, la società ha registrato ricavi per 1,01 miliardi di dollari, con una crescita del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2010.

L’utile, a sua volta, è sceso del 15,2%, a 195,1 milioni di dollari, rispetto ai 230,06 milioni dello stesso periodo del 2010. Nei primi nove mesi dell’anno, gli utili sono stati 659 milioni di dollari, sopra i 505,8 milioni raggiunti contemporaneamente nello scorso anno.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico