ANCP lancia un nuovo accordo quadro per le apparecchiature informatiche

L’Agenzia nazionale per gli appalti pubblici (ANCP) ha lanciato un nuovo accordo quadro per la fornitura di apparecchiature informatiche alle entità statali. La procedura è già in atto e rafforza ciò che in precedenza esisteva in diversi aspetti.

Secondo ANCP, l’obiettivo è che l’accordo quadro copra una gamma più ampia di beni e servizi, offrendo una maggiore flessibilità e un maggiore adattamento all’offerta disponibile sul mercato.

“Si prevede, pertanto, una maggiore razionalità ed efficienza nelle acquisizioni che gli enti pubblici dovranno realizzare in materiale e materiale informatico e la spesa pubblica annuale associata a materiale informatico è stimata in circa 100 milioni di euro”.

In questo nuovo accordo quadro, che è già in vigore, 23 società sono state autorizzate a rifornire la Pubblica Amministrazione, di cui 15 sono PMI.

Nei prossimi mesi, ANCP si prepara a presentare altri due nuovi accordi quadro, risultanti da gare d’appalto lanciate nel primo trimestre di quest’anno, nelle categorie Veicoli elettrici e Viaggi e alloggi.

Va notato che l’appalto pubblico per la conclusione di un accordo quadro per la fornitura di elettricità nel regime di libero mercato al Portogallo continentale, lanciato lo scorso giugno, è ancora in corso e che metterà a disposizione delle entità SNCP un meccanismo per l’acquisizione e la razionalizzazione consumi e, di conseguenza, spese per l’elettricità.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico

Nota di scrittura: L’indirizzo per il sito web ANCP è stato corretto.