javascript contador Skip to content

App per il furto di dati disponibili su Android Market

Instagram per Android ora accetta le registrazioni dalle parti interessate

Esistono cinque nuove applicazioni sul mercato Android progettate per rubare dati smartphone con il sistema operativo mobile di Google. E, contrariamente a quanto ci abituiamo a vedere, non si preoccupano troppo di nascondere la loro “natura”.

Sebbene le soluzioni appaiano nel negozio di applicazioni intese a conseguire “obiettivi di studio”, un’analisi delle loro funzionalità ci consente di capire che sono strumenti progettati per accedere alle informazioni private dal telefono di qualcuno – che vengono resi disponibili per i cyberdeliquentes o semplicemente curioso.

Devono solo essere in grado di installare il software sul telefono che vogliono “spiare” e memorizzare un codice di cinque cifre che verrà loro fornito all’inizio del processo.

Una volta sul cellulare della vittima, l’applicazione registra e invia i “contatti, messaggi, chiamate recenti e cronologia di navigazione memorizzati sul telefono a un server remoto”, descrive BitDefender, che ha lanciato l’avviso.

Non appena le informazioni vengono raccolte e inviate al server, lo strumento avvia automaticamente il processo di disinstallazione. Tutto ciò avviene in meno di 60 secondi, spiega la società di sicurezza informatica.

Per accedere alle informazioni rubate, è necessario visitare il sito Web del creatore dell’applicazione e inserire il codice a cinque cifre fornito all’inizio del processo di installazione. Ciò consente di accedere all’elenco dei contatti dell’utente, ma chiunque voglia vedere messaggi, chiamate recenti e il del browser dovrai anche pagare 5 dollari.

I programmatori responsabili informano che le informazioni non pagate verranno cancellate dopo un giorno, ma non vi è alcuna garanzia che ciò accada, né che non saranno vendute per altri scopi, avvertono gli esperti, che consigliano agli utenti di telefoni Android di raddoppiare il loro cura.

“In pubblico, non perdere mai il tuo smartphone a vista; se presti il ​​tuo telefono a qualcuno, assicurati che tipo di attività viene svolta; utilizzare una soluzione antivirus per smartphone; non conservare le informazioni relative al tuo lavoro in smartphone, a meno che non sia stato precedentemente crittografato “, suggerisci.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico