Apple celebra un decennio di iPhone con oltre 1,2 miliardi di unità vendute

Apple è la tecnologia più “verde” al mondo per il terzo anno consecutivo

Per il terzo anno consecutivo, Greenpeace ha eletto Apple come azienda tecnologica “più verde” al mondo. Su un podio, che è completo con Google e Facebook, la tecnologia di Cupertino si è distinta, secondo il rapporto preparato dall’organizzazione ambientale, per aver “svolto un ruolo catalizzatore all’interno della sua rete di fornitori stimolando l’adozione di energia energia rinnovabile come motore delle sue operazioni “.

Dopo, nel 2012, la società ha annunciato che avrebbe investito nella transizione verso una logica di fornitura di energia rinnovabile al 100%, Apple sta per completare la costruzione di una nuova sede che sarà alimentata, esclusivamente, con pannelli solari.

Greenpeace misura le prestazioni energetiche di queste aziende dal 2009 e sottolinea, nel suo ultimo documento annuale, di aver visto miglioramenti sostanziali in questo segmento industriale. In termini generali, il settore tecnologico è responsabile del 7% del consumo annuale di elettricità. Per contrastare l’aumento previsto di questo utilizzo, con l’aumento del traffico Internet globale, le aziende hanno scommesso sulla sostenibilità della propria attività.

Per le prestazioni dell’azienda nel 2016, Greenpeace ha dato a Apple un voto finale di “A-“. In termini di trasparenza energetica, impegno per le energie rinnovabili ed efficienza energetica, è stata assegnata una “A”. Il punteggio più piccolo era una “B”, data nel parametro di supporto generale dato al tema delle energie rinnovabili. L’indice di energia pulita, calcolato in base al fabbisogno energetico della sua infrastruttura, era dell’83%. In confronto, Google ha raggiunto solo il 56%.

Tra i giganti della tecnologia, il più grande highlight negativo va a Netflix, che ha registrato una “D” nella sua valutazione generale e diverse “F” in tre delle cinque sottocategorie.