javascript contador Skip to content

Applicazioni per insegnanti a lungo termine dovute a problemi informatici

Applicazioni per insegnanti a lungo termine dovute a problemi informatici

La scadenza per la convalida delle scuole da parte delle scuole è scaduta ieri, ma il Ministero della Pubblica Istruzione è stato costretto a prolungare il processo di 24 ore, a causa di problemi di congestione nella rete informatica del ministero.

Durante questa settimana, ci sono stati diversi reclami da parte delle amministrazioni scolastiche a causa delle continue difficoltà ad entrare nella piattaforma della direzione generale Risorse umane per l’educazione (DGRHE) e convalidare le domande dei 55 mila appaltatori che competono per la competizione degli insegnanti.

I problemi hanno portato molti istituti di istruzione a scegliere di utilizzare Internet personale al fine di rispettare il calendario imposto dalla tutela, scrive il quotidiano i.

La congestione della rete informatica del ministero aveva già portato l’Associazione dei direttori delle scuole e dei gruppi pubblici (ANDAEP) a richiedere una proroga del termine la scorsa settimana, una richiesta che, all’epoca, era stata respinta. nella decisione, sebbene abbia chiarito che il processo è praticamente concluso.

“Se le scuole devono funzionare tutte allo stesso tempo, nello stesso arco di tempo, deve esserci la capacità di rispondere a questa esigenza”, ha fatto appello Adalmiro Fonseca, presidente di ANDAEP, insoddisfatto di aver investito “milioni” in Il Piano di educazione tecnologica, che “non funziona”, critica, dando ad esempio la videosorveglianza installata in “quasi tutte le scuole, ma ancora non funziona nella maggior parte degli istituti di istruzione”.

Secondo i dati forniti a Lusa, entro le 16:30 di ieri, le scuole erano già riuscite a convalidare 52.758 domande degli insegnanti, corrispondenti al 96% del totale. Il concorso in questione è destinato a soddisfare le cosiddette esigenze transitorie nelle scuole, che possono essere applicate agli insegnanti che desiderano entrare nel sistema o cambiare scuola.