Bruxelles riserva 22 miliardi di euro per sostenere i giovani nei settori della transizione verde e digitale

Bruxelles riserva 22 miliardi di euro per sostenere i giovani nei settori della transizione verde e digitale

La Commissione europea (CE) sta adottando misure per offrire ai giovani l’opportunità di plasmare il futuro dell’Unione europea e avere successo nei settori della transizione digitale e verde. Preoccupato per l’impatto della pandemia COVID-19 sul mercato del lavoro, Bruxelles lancia il sostegno all’occupazione giovanile, con almeno 22 miliardi di euro stanziati per sostenere l’occupazione giovanile.

Il pacchetto di sostegno all’occupazione si basa su quattro filoni. La Commissione ha creato la Garanzia per i giovani nel 2013 e da allora ha aiutato circa 24 milioni di giovani ad entrare nel mercato del lavoro. Una nuova proposta di Bruxelles sul programma si sta ora concentrando sui giovani vulnerabili in tutta l’Unione europea, coprendo le persone tra i 15 ei 29 anni. L’obiettivo è garantire una maggiore inclusione.

Bruxelles ha anche presentato una proposta sull’istruzione e la formazione dei professionisti, che mira a rendere i sistemi più moderni, flessibili e adatti all’economia digitale e verde. Una forma di istruzione più agile e incentrata sugli studenti preparerà “i giovani per il loro primo lavoro e offrirà a più adulti l’opportunità di migliorare o cambiare carriera”, afferma la CE.

Per aiutare la Commissione a compiere la sua missione, l’Alleanza europea per l’apprendistato ha offerto 900.000 opportunità in più. La rinnovata alleanza supporterà le piccole e medie imprese e rafforzerà il coinvolgimento delle parti sociali, compresi i sindacati e le organizzazioni.

Bruxelles ha inoltre annunciato ulteriori misure a sostegno dei giovani. Il piano prevede incentivi per posti di lavoro e startup a breve termine e centri di formazione tra diverse aziende a medio termine.

In una dichiarazione, il vicepresidente del portafoglio Economia che lavora per le persone della CE ritiene che, nel mezzo di una pandemia “è più importante che mai aiutare la prossima generazione di europei a prosperare”. “Investendo nella gioventù di oggi, contribuiremo a creare un mercato del lavoro competitivo, resiliente e inclusivo per domani”, garantisce.

La Commissione ha recentemente annunciato che desidera una transizione verde e digitale alla ripresa economica post-COVID-19. Alla luce della pandemia che ha “invaso” il mondo intero e l’Europa senza eccezioni, a maggio Bruxelles ha presentato una nuova proposta per un piano di risanamento per tutti gli Stati membri e per le generazioni future.

Una delle misure garantisce il sostegno finanziario per le riforme e gli investimenti realizzati, in particolare nella transizione verde e digitale. L’obiettivo è “contribuire a creare posti di lavoro e crescita sostenibile”, rendendo l’Europa più resiliente.

Nota editoriale: è stata apportata una correzione alla notizia