javascript contador Skip to content

Case portoghesi al di sopra della media mondiale sui dispositivi collegati alla rete

Un quarto delle reti Wi-Fi domestiche è scarsamente protetto

Le case portoghesi hanno, in media, 3,4 dispositivi che supportano la connessione a Internet, mentre la media mondiale è di 3,1 dispositivi con connessione di rete, rivela uno studio pubblicato oggi.

Le cifre sono incluse tra i risultati di uno studio commissionato da ESET e condotto da United Consultants, in cui una delle domande ha posto “quanti dispositivi hai a casa che possono essere collegati a Internet?”.

Per quanto riguarda il tipo di apparecchiatura utilizzata, in Portogallo la tendenza è la stessa di altre parti del mondo, dove la maggior parte degli utenti utilizza desktop (75%), anche se nel nostro Paese la percentuale è inferiore: 65% .

I laptop appaiono al secondo posto nella tabella delle attrezzature più utilizzate dai portoghesi (58%) e anche a livello internazionale (65%), con la particolarità che, in Portogallo, sono anche le attrezzature preferite a tale scopo – contrariamente a quanto è controlla a livello internazionale.

Nel nostro paese, il 45 percento degli utenti di Internet utilizza principalmente il laptop, una percentuale che è del 41 percento nel resto del mondo, dove il desktop soddisfa il 51% delle preferenze. Il sei percento usa preferibilmente un netbook, che rappresenta il doppio del 3 percento che opta per questi ultraportatili all’estero.

L’uso sembra essere meno democratizzato in termini di compresse e smartphone. Mentre gli smartphone sono utilizzati dal 39% degli stranieri per navigare in Internet, in Portogallo la percentuale è ancora del 27%.

Nel compresse la differenza è ancora maggiore. L’attrezzatura utilizzata a tale scopo dal 12 percento degli intervistati in tutto il mondo, viene utilizzata solo dal 3 percento dei portoghesi.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico