javascript contador Skip to content

Dati di 1,3 milioni di utenti rubati a Sega

Dati di 1,3 milioni di utenti rubati a Sega

Dopo Sony e Nintendo, è stato il turno di Sega di vedere attaccata la sua rete gli hacker. Con l’accesso al SEGA Pass, i criminali informatici hanno rubato informazioni a 1,3 milioni di utenti del servizio.

L’attacco è avvenuto venerdì e ha costretto la rete online del famoso produttore di giochi a essere sospesa. “Siamo spiacenti per i problemi causati, ma vogliamo migliorare la sicurezza della nostra rete”, ha dichiarato Yoko Nagasawa, portavoce della Sega, citato da Reuters.

Secondo l’agenzia, i criminali informatici avranno avuto accesso a nomi, date di nascita, indirizzi di e-mail e password per oltre 1.290.755 utenti.

La compagnia assicurò, tuttavia, che le informazioni relative ai pagamenti, come i numeri di carta di credito, erano al sicuro dall’assalto.

Questa è la più recente di una serie di attacchi registrati nell’ultimo mese e mezzo, avviati, precisamente, nell’area dei videogiochi, con l’azione lanciata contro la Playstation Network di Sony, rivendicata da LulzSec. Successivamente, Nintendo ha anche ammesso di essere stata presa di mira in un attacco al computer.

Oltre all’industria dei giochi, la CIA e il Senato degli Stati Uniti sono alcune delle vittime più recenti, menzionate nel rapporto pubblicato online dallo stesso gruppo di hacker, che afferma di farlo per puro divertimento.

L’attacco a Sega non è stato ancora rivendicato e il servizio, come indicato dalla stampa internazionale, rimane sospeso.