Diogo Vasconcelos muore a Londra vittima di arresto cardiaco

Diogo Vasconcelos muore a Londra vittima di arresto cardiaco

Diogo Vasconcelos è morto ieri a Londra, vittima di un arresto cardiaco. Attualmente direttore di Cisco Systems International, posizione che ricopre dal febbraio 2007, il manager 43enne è stato uno dei driver dello sviluppo della società dell’informazione in Portogallo negli ultimi 10 anni.

Laureato in giurisprudenza e post-laurea in diritto della comunicazione e della gestione per i laureati in giurisprudenza, Diogo Vasconcelos ha guidato l’UMIC, creato nel novembre 2002 come unità di missione per l’innovazione e la conoscenza che ha guidato i progetti per l’area della società e dell’informazione in Governi di Guterres e Santana Lopes.

Entusiasta della società dell’informazione, Diogo Vasconcelos è stato anche rappresentante digitale della candidatura di Anibal Cavaco Silva alla presidenza della Repubblica e presidente dell’APDC, l’associazione portoghese per lo sviluppo delle comunicazioni.

Tra le varie posizioni che ha ricoperto vi sono la vicepresidenza di PSD, nonché la vicepresidenza dell’Associazione nazionale dei giovani imprenditori e la fondazione della Federazione accademica di Porto. È stato anche co-fondatore del primo capitale di rischio portoghese indipendente.

Secondo l’edizione online di Expresso, dopo essere stato ricoverato in ospedale domenica a causa di un infarto, la sua salute è peggiorata rapidamente e non è più riuscito a riprendersi da un’infezione generalizzata nel corpo.