javascript contador Skip to content

Ericsson aumenta le vendite ma riflette un impatto negativo sulla ristrutturazione

La Terra "rilascia gas" verso la Luna ogni mese

Ericsson ha appena rivelato i risultati finanziari per il secondo trimestre dell’anno, dove è riuscito ad aumentare le vendite del 14%, trainato dalla forte domanda nel settore della banda larga mobile, afferma il comunicato stampa. Nonostante questa tendenza, gli utili sono stati influenzati negativamente dalla ristrutturazione in corso della società e dai licenziamenti in Svezia.

Il peso della corona svedese rispetto ad altre valute ha anche contribuito all’impatto negativo dei conti della società, che nel trimestre hanno totalizzato un fatturato di 54,8 miliardi di corone, circa 6 miliardi di euro, leggermente al di sotto delle aspettative definite.

Anche gli utili prima delle tasse non hanno raggiunto gli obiettivi fissati dai mercati, pari a 5 miliardi di corone, circa 540 milioni di euro.

Ericsson afferma che in questo trimestre c’è stato un cambiamento nei saldi di mercato, con Brasile, Cina, Germania, Corea e Russia che hanno mostrato una forte crescita rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso e anche con i primi tre mesi dell’anno.

Gli Stati Uniti hanno mantenuto un elevato volume di attività, continuando ad essere il più grande mercato, anche se in relazione ai mesi precedenti il ​​business della rete ha rallentato.

Nonostante i risultati positivi nel settore delle reti e della banda larga mobile, nonché dei prodotti IP, la società ha registrato una variazione negativa nelle vendite di servizi, che attribuisce ai tassi di cambio.

Tutti e due joint venture a cui Ericsson partecipa ha mostrato risultati negativi in ​​questo trimestre, con Sony Ericsson che ha visto la sua redditività influenzata dal terremoto in Giappone, mentre ST-Ericsson ha aumentato le sue perdite a causa di cambiamenti nel mercato, ha spiegato Hans Vestberg, presidente e CEO di Ericsson , in una dichiarazione.