javascript contador Skip to content

Ex governanti egiziani multati per aver tagliato Internet

Ex governanti egiziani multati per aver tagliato Internet

La giustizia egiziana ha multato l’ex presidente Hosni Mubarak e altri membri dell’ex governo per pagare 540 milioni di sterline egiziane (64,7 milioni di euro) per aver tagliato i servizi mobili e Internet durante le proteste dello scorso gennaio .

Si dice che l’ex presidente e alti funzionari dell’ex governo abbiano ordinato il blocco dei servizi Internet e delle comunicazioni tra telefoni cellulari, in quanto sono risorse utilizzate dai manifestanti per organizzarsi.

Secondo le informazioni pubblicate all’epoca, Mubarak ordinò ai quattro principali fornitori di accesso a Internet nel paese di sospendere le chiamate, il che avrebbe lasciato i consumatori, le aziende, le banche, le scuole e persino i dipartimenti governativi, senza accesso alla rete.

L’interruzione del servizio è stata confermata da una società americana che monitora la grande rete, arrivando al punto di affermare che l’azione non ha precedenti nella storia di Internet.

Nella decisione ora presa, la corte ha multato Mubarak 200 milioni di sterline egiziane (23,9 milioni di euro); Il primo ministro Ahmed Nazif di 40 milioni (4,7 milioni di euro) e l’ex ministro degli interni Habib al-Adly di 300 milioni (35,9 milioni di euro) “per i danni causati all’economia nazionale”, fa avanzare la stampa internazionale.