javascript contador Skip to content

Facebook cambia le opzioni di configurazione

Facebook può condividere i dati solo con l'autorizzazione dell'utente

Facebook ha esaminato nuovamente le opzioni di configurazione per gli account profilo. Il social network vuole facilitare agli utenti il ​​controllo dell’accesso ai contenuti che condividono in linea, dando loro una maggiore capacità decisionale.

Le modifiche consentiranno agli utenti di accedere e modificare rapidamente le loro impostazioni sulla privacy ogni volta che pubblicano qualcosa, invece di costringerli a navigare in sezioni specifiche del sito, come era la regola fino ad ora.

Ciò accade, ad esempio, con la possibilità di visualizzare il profilo stesso come lo vedono altre persone, precedentemente nascosto nella pagina delle opzioni sulla privacy, che richiede diversi clic lungo il percorso e che ora è più facilmente accessibile.

Facebook ha inoltre modificato l’identificazione delle fotografie, offrendo all’utente la possibilità di approvarle ogni volta che vengono identificate (con un tag) in una foto o in un messaggio. In precedenza, questo processo era automatico, con la possibilità di rimuovere il markup, ma solo a posteriori, cioè già dopo essere stato pubblicato.

Se, da un lato, il social network sembra rafforzare le opzioni di privacy degli utenti, dall’altro introduce alcune funzionalità che sembrano contrarie a questa politica. Questo è il caso della nuova possibilità di identificare chiunque si trovi nella rete in una foto, e non solo i loro “amici”, come era la regola precedente.

Facebook ha anche cambiato il modo in cui vengono definiti gli utenti che possono vedere ogni aggiornamento, al momento della loro pubblicazione, modificando anche le funzionalità di geolocalizzazione, introducendo nuovi strumenti che consentiranno di specificare la posizione fisica degli elementi condivisi.