Facebook CTO afferma che AI, VR e connettività sono i motori della strategia dei social network

Facebook CTO afferma che AI, VR e connettività sono i motori della strategia dei social network

La sessione di apertura del primo giorno del Web Summit è stata affidata al direttore della tecnologia di Facebook, Mike Schroepfer, che ha introdotto la visione decennale del social network nell’ecosistema di startup riunite a Meo Arena.

Entro il 2036, Facebook vuole portare oltre 4 miliardi di persone in tutto il mondo che non hanno ancora accesso a Internet tramite satelliti, droni, palloncini atmosferici e reti Wi-Fi nella dimensione online.

Approfittando del fatto che stesse parlando di satelliti, Mike Schroepfer si riferì all’esplosione del razzo SpaceX Falcon 9 di Elon Musk, un incidente verificatosi il 1 ° settembre. L’esecutivo ha menzionato l’incidente perché a bordo del razzo è stato ospitato un satellite per le comunicazioni che faceva parte del progetto Internet.org di Facebook e che avrebbe fornito l’accesso a Internet ai paesi dell’Africa subsahariana.

Il CTO ha affermato che la distruzione di questo satellite ha ritardato i piani della compagnia di collegare il mondo.

È stata quindi la volta dell’intelligenza artificiale a concentrarsi sull’intervento dell’esecutivo. Sottolineando che negli ultimi 30 anni la potenza di calcolo è aumentata “in modo drammatico”, Mike Schroepfer è ancora lontano dall’avere un’intelligenza artificiale con capacità che possono competere con quelle umane.

“Gli attuali sistemi di IA sono ancora molto basilari”, ritiene il manager.

Ma il potenziale di queste tecnologie non si esaurisce nella sfera dell’informazione. Il direttore tecnico di Facebook afferma che ci sono anche vantaggi in termini di creatività, in particolare se associati a programmi per l’acquisizione e la modifica di immagini.

La realtà virtuale è il terzo pilastro principale che supporta la visione decennale del social network di Mark Zuckerberg.

In questo contesto, Facebook è fiducioso che la realtà virtuale è la tecnologia del futuro e che il 2016 è l’anno in cui sta diventando davvero coinvolgente.

Le sue capacità vanno ben oltre i videogiochi, coprendo aree diverse come la manutenzione e la riabilitazione dei pazienti con disabilità motorie.

Segui l’intero Web Summit con la copertura di TeK SAPO e guarda anche le fotografie catturate dal team, in un rapporto “live” di Meo Arena e FIL a Lisbona.