La Terra "rilascia gas" verso la Luna ogni mese

Facebook sta crescendo “on the ride” della pubblicità digitale

Il potere finanziario del più grande social network al mondo deriva soprattutto dalla pubblicità digitale e, secondo le informazioni diffuse dal quotidiano Barron, nel 2017 potrebbe essere responsabile di un aumento del 20% del valore dell’azienda. Da parte sua, Reuters afferma che il social network, che possiede piattaforme mobili popolari come WhatsApp, Instagram e Messenger, dovrebbe raggiungere 1,7 miliardi di utenti giornalieri entro quattro anni, rispetto all’attuale 1 , 1 miliardo.

Facebook è pienamente consapevole del ruolo centrale che la pubblicità svolge nella sua crescita. Tanto che anche questo mese, come riportato da TeK, la società ha annunciato una serie di nuove configurazioni che offrono agli utenti la possibilità di evitare di consumare pubblicità che non ha importanza per loro. Tuttavia, va notato che questa pubblicità è un “consumo obbligatorio”, cioè gli utenti dovranno vederlo, che gli piaccia o no. Questa mossa è stata vista come una “dichiarazione di guerra” per gli ad blocker, dal momento che il nuovo algoritmo di social network è in grado di neutralizzare l’azione degli adblocker e continuare a visualizzare annunci pubblicitari.

La pubblicità digitale è il “capofamiglia” della maggior parte delle piattaforme online e sottrarre questa variabile dall’equazione potrebbe persino significare la rovina di alcuni giganti del settore. Ecco perché aziende come Facebook cercano sempre più di portare pubblicità agli utenti – anche se non vogliono – con il pretesto di voler offrire la migliore esperienza possibile.

Nonostante il fatto che le piattaforme digitali debbano guadagnare da qualche parte, molti – se non la maggior parte – degli utenti ritengono che la pubblicità online sia scomoda e comprometta solo l’esperienza dell’utente. Secondo i dati di Page Fair, tra il 2014 e il 2015, il numero di utenti che utilizzano gli adblocker è aumentato del 41% in tutto il mondo. L’anno scorso, la penetrazione di questi programmi in Portogallo ha raggiunto il 21%.

Facebook ha attualmente un valore di oltre 40 miliardi di euro, secondo Dinheiro Vivo, e potrebbe raggiungere quasi i 50 miliardi di euro già nel 2017, con una piccola spinta dalla pubblicità online.