javascript contador Skip to content

Farmville e Mafia Wars sono state accusate di violazione dei brevetti

Zynga vuole essere quello che finisce i nomi dei giochi a Ville

Zynga sta subendo numerosi attacchi da parte di aziende che accusano il produttore di giochi di violazione di brevetto. Dopo essere stato citato in giudizio il mese scorso da una società con sede a New York, la nuova causa arriva ora da Agincourt Gaming, che mantiene il gioco del Pantheon.

I giochi di Zynga sono tra i più popolari su Facebook, in particolare Farmville, CityVille e Mafia Wars, che hanno circa 230 milioni di utenti. La società ha in programma di disperdere il capitale in borsa, come precedentemente riportato da TeK, e si colloca tra i più preziosi al mondo dei giochi sui social network.

La causa intentata da Agincourt in un tribunale del Delaware negli Stati Uniti afferma che Zynga viola due brevetti registrati da Agincourt relativi al recupero dei premi. Questi brevetti risalgono al 2001 e al 2004.

La compagnia chiede un risarcimento per danni e chiede la chiusura di 12 giochi Zynga che presumibilmente violano i suoi brevetti, tra cui i più famosi Farmville e Mafia Wars.

Nonostante sia ora sul banco degli imputati, Zynga ha anche fatto la sua parte sul lato della violazione dei brevetti e in giugno ha intentato una causa contro Vostu, una società brasiliana di sviluppo di giochi sui social media.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico