javascript contador Skip to content

Gli hacker rivelano un difetto nella rete di Vodafone

16,6 milioni di dispositivi connessi a reti mobili in Portogallo

Un gruppo di ricercatori sulla sicurezza ha rivelato di aver scoperto un difetto che consente l’accesso alla rete Vodafone nel Regno Unito. Attraverso la vulnerabilità è possibile avere accesso alle conversazioni telefoniche e persino alle caselle di posta degli utenti dell’operatore di telefonia mobile, garantisce The Hacker.

Per poter accedere alla rete dell’operatore, il gruppo ha approfittato di un difetto nel modo in cui la società ha configurato il proprio sistema, nella connessione di rete nucleo alla tecnologia che consente di amplificare il segnale ricevuto dal cliente, un servizio che si materializza attraverso la tecnologia Femtocell.

Il gruppo sottolinea che ha utilizzato lo stesso hardware standardizzato che è collocato a casa di qualsiasi cliente Femtocell e garantisce che è stato attraverso questo percorso che ha ottenuto l’accesso alla rete e alle apparecchiature di altri clienti.

THC avrà acquistato un dispositivo nel 2009 e da allora ha studiato come la tecnologia si connette alla rete nucleo da Vodafone. Di solito solo un numero limitato di telefoni registrati può accedere a Femtocell di ciascun cliente, una protezione che gli hacker garantiscono di poter eludere, garantendo la connessione automatica di qualsiasi numero di un cliente al dispositivo.

Una volta che un numero di telefono è collegato al dispositivo, può intercettare tutte le comunicazioni o persino renderle per conto dei legittimi proprietari di account, riferisce la stampa britannica.

Le stesse fonti indicano, tuttavia, che per esplorare l’errore è necessario trovarsi a una distanza massima di 50 metri dall’apparecchiatura, il che limita in qualche modo l’impatto del problema.