javascript contador Skip to content

Gli spettatori decidono sul nuovo canale di Zon

Lo studio contraddice i dati DECO sui reclami con DTT

Il progetto riunisce Ongoing Media, Cofina Media e ZON Multimédia e porta alla premiere, a settembre, di un nuovo canale televisivo per ospitare un progetto TV interattivo con connessione Internet e canali mobili, promettendo il responsabile. Il debutto è con il progetto uMan, che “è un’esperienza televisiva di nuova generazione che rivoluziona il modo di fare televisione in Portogallo”, spiega un comunicato stampa.

Il formato internazionale multipiattaforma, la cui produzione sarà a carico di CBV – Produções Televisivas, guidata da Piet-Hein Bakker, prevede che oltre 24 ore di trasmissione e per 49 giorni, gli spettatori possano interagire con il programma e con il futuro di ciascun partecipante , prendere decisioni.

L’attuazione del progetto è di competenza di CTN – Conteostos Transnacionais, una società del Gruppo in corso. Citata in una dichiarazione, Luís Santana, amministratore di Cofina Media, ritiene che questo progetto segna “l’arrivo della televisione 2.0 in Portogallo”, garantendo una forte scommessa su piattaforme tecnologiche.

Le esperienze di interattività nei reality show sono ora una realtà in Portogallo, ma non danno allo spettatore il potere di decidere sulla direzione dei programmi in questione. Meo di PT ha esplorato quest’area con partnership con Peso Pesado, in mostra al SIC, e lo aveva già fatto con Secret Story di TVI.

L’interattività “user-friendly” in questi casi ha più a che fare con la scelta delle telecamere per ricevere la trasmissione – nel caso del primo – o la selezione del contenuto, nella gamma di offerte disponibili, nel caso del secondo.

Anche così, la creazione di canali TV specifici per accompagnare i reality show si è rivelata una scommessa vincente per gli operatori e gli inserzionisti coinvolti. Il canale MEO Secret Story ha raggiunto, durante la durata del programma, i più alti livelli di pubblico tra i canali di pay TV.