javascript contador Skip to content

Gli utenti di iPhone sono i più “fedeli”

Gli utenti di iPhone sono i più "fedeli"

Un recente studio indica che gli utenti iPhone saranno i più soddisfatti del dispositivo e dell’ecosistema che hanno scelto, con Apple che ha raggiunto, nell’analisi, un tasso di fidelizzazione dei clienti dell’89%. Ciò significa che, tra gli intervistati che hanno utilizzato smartphone del marchio, solo l’11% considera di optare per la concorrenza quando si cambia telefono.

Tra gli utenti di telefoni Android, poco più della metà afferma di essere assolutamente convinto delle apparecchiature che utilizzano. Il tasso di conservazione calcolato per il sistema operativo open source promosso da Google, compresi i dispositivi con questo sistema operativo prodotto da diversi produttori, è del 55%.

Si è anche scoperto che, tra coloro che avevano un smartphone Android, il 31% era propenso a scegliere un iPhone la prossima volta che è andato a comprare un telefono. Vale la pena ricordare che esiste ancora una quota del 10% di utenti che ha dichiarato di essere indecisi sul fatto che sarebbero rimasti “fedeli” ad Android in una prossima acquisizione.

L’analisi è stata condotta da UBS Research e, nonostante si sia focalizzata su un piccolo universo di 515 intervistati, è stata segnalata da osservatori e media specializzati, in quanto riflette alcune delle tendenze osservate, in particolare nel mercato nordamericano .

Esempi di questo saranno le “valutazioni” con cui marchi come BlackBerry, Nokia o HTC hanno lasciato l’analisi.

Gli smartphone e l’ecosistema BlackBerry, di Research In Motion (RIM), che in uno studio condotto nel marzo 2010 avevano un tasso di ritenzione del 62%, sono usciti da questa analisi con un 33% molto più modesto. Nokia, che allo stesso tempo aveva il 42% dei clienti che non rinunciava ai telefoni con marchio, ha visto la percentuale scendere al 24% degli utenti fedeli.

Dopo Apple, HTC è il secondo produttore con il più alto tasso di clienti che non hanno scambiato il proprio dispositivo con un altro: 39%. Il gigante Samsung si attesta al 28%.

È anche curioso notare che oltre la metà degli intervistati che hanno mostrato interesse a cambiare la piattaforma mobile (sistema operativo e produttore), vorrebbe avere un iPhone.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico

Nota di scrittura: Abbiamo notato in questa notizia un numero anormale di commenti in cui è stato utilizzato un linguaggio inappropriato. Quindi abbiamo scelto di rimuovere tutti i commenti e ci scusiamo con i lettori che hanno formulato commenti validi per il dibattito sull’argomento.

Ricordiamo a tutti i lettori TeK che lo spazio dei commenti è destinato a un dibattito di idee, che vuole essere civilizzato e usare un linguaggio appropriato, seguendo le regole d’uso definite nei Commenti SAPO. Questo è uno spazio creato da TeK per la comunità in cui tutti devono partecipare per mantenere il livello di qualità e civiltà. Per questo, i commenti negativi, con linguaggio inappropriato e xenofobo dovrebbero essere votati in modo negativo e segnalati come abusivi da tutti i lettori.

Apprezziamo la tua collaborazione.