javascript contador Skip to content

Google espelle 11 milioni di siti dalle sue ricerche

TripAdvisor si lamenta di Google per l'UE

Google “espulso” dai risultati delle ricerche sul suo motore di ricerca circa 11 milioni di siti, tutti con il sottodominio “co.cc”, sostenendo che questi costituiscono una fonte elevata di spam.

Secondo il colosso della ricerca, solo nell’ultima metà dello scorso anno, 5.000 attacchi phishing avrà origine da siti ospitati su quel sottodominio.

Il motivo è che i proprietari di questi domini offrono hosting gratuito oa costi molto bassi, spiega Google sul blog ufficiale del servizio.

Il sottodominio appartiene a una società coreana, che ha 11.383.736 domini registrati, di oltre cinque milioni e mezzo di account attivi. Google ha chiarito che la misura non influisce sui siti con il dominio “.cc”, che appartiene alle Isole Cocos nell’Oceano Indiano.

Secondo i registri dell’azienda, 4.963 attacchi da phishing, mirato ad attirare gli utenti di Internet verso schemi ingannevoli, avrà origine da siti che terminano con “.co.cc”, che corrisponde a quasi il doppio di questo tipo di minacce dagli altri.

La società ha avvertito di aver recentemente modificato il proprio sistema di filtro malware per identificare i sottodomini che vengono utilizzati in modo improprio e, in casi molto gravi, i sistemi potrebbero persino bloccare l’intero dominio.

Nota dell’editore: È stato corretto un riferimento errato nelle notizie.