javascript contador Skip to content

Google ha costretto a compensare i giovani diffamati su Orkut

Google ha costretto a compensare i giovani diffamati su Orkut

La sentenza proviene da un tribunale brasiliano di Rio de Janeiro e condanna Google a pagare un risarcimento di 5.400 euro, per danni morali, a un adolescente. Si dice che il giovane sia stato offeso e diffamato sul social network Orkut, una risorsa Google molto popolare in Brasile.

Il caso risale al 2008, quando il minore aveva 13 anni. A quel tempo, un gruppo nacque sul social network il cui unico scopo era diffamare e offendere il giovane, riferisce la stampa brasiliana sulla base di una dichiarazione giudiziaria.

Un anno dopo, la violenza psicologica è continuata attraverso l’account del minore nel servizio, al quale qualcuno ha potuto accedere. A seguito degli attacchi, il giovane ha dovuto ricorrere al supporto psicologico, una situazione per la quale la madre del giovane è responsabile di Google.

La madre del giovane aveva già segnalato la situazione a Google, inviando alla società diverse richieste per eliminare la pagina utilizzata per effettuare attacchi personali al ragazzo. Google non ha agito e in tribunale ha dichiarato di non poter essere ritenuto responsabile per i danni subiti dal minore, tenendo conto che il minore non dovrebbe nemmeno visitare il social network, vietato ai minori.

Il tribunale non ha accettato l’argomento e ha emesso la sentenza, tenendo presente che, anche senza avere la responsabilità della creazione della pagina utilizzata per diffamare il minore, “ha omesso di rimuoverlo dalla circolazione, anche di fronte alla denuncia”. Questa mancanza di azione ha permesso l’umiliazione del ragazzo.