Google risolve la vulnerabilità in Android in meno di 24 ore

Google risolve la vulnerabilità in Android in meno di 24 ore

Negli ultimi giorni, le notizie riguardanti la piattaforma Android hanno spaventato gli utenti rivelando che i dati personali vengono indebitamente esposti quando si accede a servizi come Google Calendar e Google Contacts.

In meno di 24 ore dopo la divulgazione della vulnerabilità, Google ha risposto con una regolazione “lato server”, senza che gli utenti debbano aggiornare il software sui loro telefoni. In altre parole, Google ora applica una connessione protetta https nella risoluzione delle credenziali di accesso.

“Stiamo lanciando una correzione che corregge una potenziale falla nella sicurezza che potrebbe, in determinate circostanze, consentire a terzi di accedere ai dati disponibili in Calendario e Contatti”, ha affermato Google in una nota. “Questa correzione non richiede alcuna azione da parte degli utenti e sarà resa disponibile in tutto il mondo nei prossimi giorni.”

Nel caso di tablet con Android Honeycomb, come Motorola Xoom e Samsung Galaxy Tab 2, l’aggiornamento verrà effettuato anche tramite software. Per ora, il problema persiste ancora in Picasa, ma la società sta già lavorando per risolverlo.