Hai avuto problemi di sicurezza in Internet nel 2019?  Il 21% dei portoghesi afferma di sì

Hai avuto problemi di sicurezza in Internet nel 2019? Il 21% dei portoghesi afferma di sì

Quando si utilizza Internet per scopi personali, uno su tre cittadini europei di età compresa tra 16 e 74 anni garantisce di aver registrato un tipo di problema di sicurezza durante il 2019. La percentuale in Portogallo è inferiore, del 21%, un valore più favorevole di più metà dei 27 Stati membri, secondo le informazioni Eurostat.

In termini concreti, il 32% dei cittadini europei garantisce che nel 2019 si sono trovati ad affrontare problemi di sicurezza quando hanno utilizzato Internet per scopi personali. La realtà nazionale è leggermente diversa, in contrasto con il paese in cui la maggior parte delle persone segnala questi problemi: la Danimarca.

Percentuale di cittadini europei che hanno segnalato problemi di sicurezza su Internet nel 2019

Fonte: Eurostat

“data-title =” Percentuale di cittadini europei che hanno segnalato problemi di sicurezza in Internet nel 2019 – Hai avuto problemi di sicurezza in Internet nel 2019? Il 21% dei portoghesi afferma di sì – SAPO Tek”> Percentuale di cittadini europei che hanno segnalato problemi di sicurezza su Internet nel 2019 Fonte: Eurostat

Secondo i dati diffusi martedì nel contesto dell’International Safer Internet Day, durante questo periodo il problema più segnalato è stato il phishing, con circa il 25% degli europei che dichiara di aver ricevuto messaggi fraudolenti. In secondo luogo, c’è il reindirizzamento a siti Web fasulli che richiedono informazioni personali (pharming), riportate da circa il 12% degli intervistati.

Come osserva la Commissione europea, la percentuale di persone che segnalano problemi di sicurezza utilizzando Internet a scopi privati ​​varia da uno Stato membro all’altro. Le percentuali più elevate si registrano in Danimarca (50%), seguite da Francia (46%) e Svezia (45%). All’estremo opposto vi sono la Lituania (7%), la Polonia (9%) e la Lettonia (10%).

Nel grafico, il Regno Unito appare già “separatamente” rispetto ai 27 Stati membri, ma la percentuale è pari a quella di Dinarmaca, pari al 50%. Tuttavia, in Norvegia e Svizzera, entrambi nell’area Schengen, la realtà è più preoccupante, con percentuali che raggiungono rispettivamente il 66% e il 54%.

I dati vengono diffusi lo stesso giorno in cui EU Kids Online ha condiviso i risultati di un rapporto che ha utilizzato interviste con circa 25.000 bambini e giovani di 19 paesi europei tra il 2017 e il 2019. Secondo le informazioni della rete di ricerca, Portogallo è uno dei paesi in cui un numero maggiore di bambini e giovani mostra fiducia nel gestire i rischi su Internet.