javascript contador Skip to content

HP annuncia la ristrutturazione con lo spin-off del PC e l’abbandono di webOS

HP annuncia la ristrutturazione con lo spin-off del PC e l'abbandono di webOS

(Aggiornato) HP ha appena annunciato quello che potrebbe essere uno dei maggiori cambiamenti tecnologici che negli ultimi anni ha apportato diverse importanti modifiche strategiche. Insieme ai risultati finanziari per il terzo trimestre, la società ha annunciato che sta cercando alternative per la divisione PC, considerando un possibile scorporoe che abbandonerà le apparecchiature basate sul sistema operativo mobile webOS, che l’anno scorso è stato annunciato come la grande scommessa dopo l’acquisto di Palm.

Allo stesso tempo, HP ha riportato un investimento di $ 10 miliardi (circa € 7 miliardi) in Autonomia, a Software per le società con sede nel Regno Unito, che dovrebbero aiutare a perfezionare l’attenzione dell’azienda sul mercato e sui servizi.

Non è ancora noto quale impatto avrà la decisione sui dipendenti dell’azienda, che sono oltre 300 mila in tutto il mondo.

Leo Apotheker, CEO di HP, ha affermato che si tratta del “primo giorno di cambiamento” e ha assicurato che desidera accelerare la crescita di HP, che è rimasta stagnante non solo a causa del contesto economico, ma a causa del cambiamento delle tendenze dei consumatori, che non sono state adeguatamente accompagnato dalla strategia dell’azienda.

L’obiettivo è quello di ricentrare la società nel mercato aziendale, nell’area dei servizi e del cloud computing, seguendo una tendenza che molte delle grandi aziende tecnologiche hanno già adottato, vale a dire IBM.

Tra le opzioni per la ristrutturazione dell’azienda c’è l’abbandono delle attrezzature basate sulla piattaforma webOS, che è stata la ragione principale per l’acquisto di Palm lo scorso anno. HP ammette che questi non hanno raggiunto gli obiettivi stabiliti internamente e gli obiettivi finanziari e abbandonano la produzione del suo tablet TouchPad, che è arrivato nei negozi qualche settimana fa, smartphone Pre e altri prodotti basati sul sistema operativo mobile.

Sebbene l’idea non sia chiara o sia stata ampiamente illustrata, HP mantiene tuttavia l’affermazione che, pur interrompendo il funzionamento dei terminali webOS, “esplorerà le opzioni per ottimizzare il valore del software webOS”.

Si prevede inoltre di scorporo della divisione PC, che HP aveva rafforzato con l’acquisto di Compac nel 2002, uno dei più grandi mai realizzati dall’azienda e che all’epoca costava $ 25 miliardi. Con la separazione del business PSG (Personal Systems Group), la tecnologia elimina l’unità che diventa sempre più pesante a causa della perdita della quota di mercato che ha subito, ma anche a causa dei bassi margini che sono attualmente generati in questo business.

La decisione sulla direzione da prendere alla divisione PC verrà presa nei prossimi 12-18 mesi e fino ad allora l’attività continuerà a essere gestita in modo “normale”. Da questa decisione spetta il business delle stampanti, anche per il mercato consumer, e quello di altre apparecchiature, come server e apparecchiature di rete.

Negli ultimi trimestri, i risultati di HP sono stati deboli, deludendo gli investitori e portando a forti rotture delle azioni, che sono diminuite di circa il 22% dall’inizio di quest’anno e ora sono pari a $ 29,51 per titolo.

Rafforzare il business aziendaleL’annuncio dell’acquisizione di Autonomia si adatta perfettamente alla strategia di scommessa nel settore aziendale. La società britannica sviluppa software specializzato nell’analisi e nella ricerca dei dati ed è stata fondata da ricercatori dell’Università di Cambridge nel 1996. Nell’ultimo anno ha generato ricavi per $ 1 miliardo e ha assunto una posizione di leader nella tecnologia britannica.

L’offerta di 10 miliardi di dollari da parte della società valorizza la società britannica del 64% rispetto al valore di mercato registrato alla chiusura dei mercati il ​​giorno precedente. Questo è il terzo acquisto più grande nella storia di HP in termini di valore, dopo Compaq, che è costato $ 25 miliardi nel 2002 e EDS, acquistato per 13,9 miliardi nel 2008.

L’accordo non è stato ancora sottoposto all’approvazione degli azionisti dell’Autonomia, ma HP prevede che sarà completato entro la fine del 2011.

Secondo la dichiarazione di HP, l’obiettivo è che l’autonomia continui a essere gestita come azienda indipendente.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico

Nota di scrittura: La notizia è stata aggiornata per chiarire che HP afferma che continuerà a “esplorare le modifiche al software webOS”.