javascript contador Skip to content

I difetti nel portale finanziario impediscono la consegna di IRS

I difetti nel portale finanziario impediscono la consegna di IRS

I contribuenti con un reddito che non proviene da pensioni e lavoro per gli altri devono presentare le loro dichiarazioni IRS entro domani, 31 maggio, ma i Dottori Commercialisti chiedono la proroga del termine, lamentandosi problemi con il computer.

Un manifesto intitolato “Vittime del portale finanziario”, promosso da un gruppo che ha una pagina Facebook, menziona diversi ostacoli alla presentazione di dichiarazioni e afferma che i contribuenti non possono essere incolpati per l’inefficienza dell’amministrazione fiscale.

Oltre ai problemi informatici segnalati da varie fonti e correlati all’indisponibilità del portale nella consegna delle dichiarazioni, i contabili lamentano anche la sovrapposizione delle scadenze, con la consegna di IRS e IRC che termina lo stesso giorno .

Il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti si è anche pronunciato contro il rispetto del termine di consegna IRC e del modello 3 della seconda fase dell’IRS, consigliando il mancato pagamento delle multe per non conformità.

Va ricordato che la consegna delle dichiarazioni IRS su supporto cartaceo è già terminata ad aprile, con i contribuenti che ora utilizzano la piattaforma online, che garantisce anche un rapido recupero dei rimborsi.

La scorsa settimana, il Ministero delle finanze ha annunciato un rinvio del termine per la presentazione della dichiarazione semplificata di informazioni commerciali (IES) per un altro mese, ad agosto, giustificando la modifica del documento di dichiarazione.

Secondo i dati del portale das Finanças, oltre un milione di dichiarazioni IRS sono già state consegnate nella seconda fase, oltre ai 2,75 milioni consegnati nella prima fase, ma i numeri sono ancora lontani da quelli raggiunti nel 2010, con la consegna della dichiarazione del 2009.

pittura