javascript contador Skip to content

I portoghesi pagano più degli europei sul cellulare e meno su Internet

I portoghesi pagano più degli europei sul cellulare e meno su Internet

Ci sono più portoghese che parlano al cellulare in Portogallo che nel resto d’Europa (media dell’Unione Europea di 15) e meno usando il telefono fisso. In entrambi i servizi, il prezzo delle chiamate nel paese è inferiore alla media, osservando le offerte più economiche sul mercato, ma in pratica ciò non significa sempre parlare in modo più economico.

Le PMI portoghesi hanno comunicazioni fisse che sono più costose rispetto alle aziende dello stesso segmento nel resto d’Europa a 15. Su cellulare, i portoghesi che scelgono piani di abbonamento mensili pagano, in media, più dei loro vicini europei. Su Internet, le offerte portoghesi sono sempre più o più interessanti di quelle delle controparti europee, ad eccezione di 45 Mbps, che diventano più costosi, accerta il quinto rapporto di monitoraggio dei mercati delle comunicazioni elettroniche, per l’anno 2010 .

Per quanto riguarda il settore fisso, l’analisi dell’autorità garante della concorrenza rivela che la penetrazione dei servizi di telecomunicazioni fissi è inferiore in Portogallo rispetto alla media dell’Unione europea di 15, sebbene nel 2010 sia cresciuta (al 42 percento), essenzialmente grazie alle offerte in bundle.

I prezzi delle chiamate, nazionali e locali, sono inferiori alla media UE di 15. In un’analisi per paniere di comunicazioni (che include un determinato volume mensile di chiamate, in base a diversi profili), la tendenza per i clienti continua ma modifiche alle aziende, in particolare alle PMI, che pagano più delle controparti europee. AdC rileva inoltre che nell’ultimo anno i prezzi delle comunicazioni sono diminuiti per gli utenti delle grandi e medie imprese e aumentati per i clienti di PMI e SOHO.

I dati indicano anche una forte concentrazione del mercato, diluita dopo lo scorporo della Zon di Portugal Telecom, ma nuovamente aumentata nell’ultimo anno, offrendo a Portugal Telecom la stragrande maggioranza dei clienti che utilizzano servizi di telecomunicazioni fissi.

Il rapporto spiega che l’alto livello di concentrazione nel mercato delle telecomunicazioni fisse è spiegato dalle condizioni di accesso, che impediscono una maggiore diversità degli attori e dalla ridotta mobilità dei consumatori. L’autorità garante della concorrenza spiega inoltre che “questi fattori giustificano che, nel contesto del protocollo d’intesa (protocollo d’intesa), è stato proposto lo sviluppo di misure per promuovere la concorrenza, in particolare in termini di promozione della mobilità dei consumatori e di mitigazione degli ostacoli all’ingresso.

Il portoghese parla di più sul cellulareNel Portogallo mobile rimane ben al di sopra della media europea, con uno dei più alti tassi di utilizzo nell’UE in termini di servizi mobili: il 152 percento. Per quanto riguarda i prezzi delle comunicazioni, le chiamate da cellulare sono più economiche in Portogallo rispetto alla media europea. Tuttavia, un’analisi per panieri mostra che i prezzi in Portogallo per i piani postpagati (utilizzati da circa il 14,6 percento dei clienti) sono aumentati nel 2010, tra l’1 e il 2 percento, rimanendo al di sopra della media europea. In prepagato, l’aumento del 2% registrato nel 2010 non ha influito sulla posizione del paese nell’analisi, mantenendo le comunicazioni più economiche rispetto alla media europea.

Ciò che l’analisi di AdC identifica nuovamente nel mercato della telefonia mobile è una situazione di concentrazione, in questo caso, tra i due principali operatori.

“Questa struttura concentrata può essere spiegata dal ridotto livello di mobilità dei consumatori, dagli effetti di rete che caratterizzano questo servizio e dalle restrizioni all’ingresso”, spiega una nota sul documento sul sito web dell’autorità di regolamentazione.

“Al fine di mitigare l’impatto degli effetti della rete, il regolatore settoriale ha fissato prezzi di terminazione delle chiamate mobili sempre più bassi. Per quanto riguarda le restrizioni all’ingresso, il Ministero dell’Economia afferma che i nuovi operatori dovrebbero essere promossi nel mercato attraverso l’asta dello spettro “, aggiunge la stessa nota.

La crescita di Internet mobile paga Internet fisso stagnante

Su Internet, lo studio mostra che i prezzi in Portogallo sono in linea con la media europea per velocità comprese tra 2,5 e 15 Mbps. A velocità comprese tra 15 Mbps e 30 Mbps, i prezzi erano inferiori del 3% alla media, ma a velocità superiori a 45 Mbps, i prezzi nazionali sono molto elevati.

Va inoltre notato che il Portogallo è in ritardo rispetto alla media europea in termini di tasso di utilizzo dei servizi a banda larga basati su tecnologie supportate sulla rete fissa. Nella banda larga mobile anche il Portogallo si distingue, ma in questo caso per il positivo. La penetrazione per la banda larga fissa è fissata al 21 percento e per la banda larga mobile al 12 percento.

Puoi consultare la versione completa dello studio sul sito web dell’autorità garante della concorrenza.