javascript contador Skip to content

I profitti di PT diminuiscono ma i ricavi aumentano grazie al Brasile

Il rifiuto della portabilità vale una multa di 50 mila euro a PT

Nei primi sei mesi dell’anno, Portugal Telecom ha realizzato ricavi per 2,66 miliardi di euro, con un incremento del 45 percento. Il dato riflette l’impatto del consolidamento proporzionale di Oi e Contax, che l’operatore ha rappresentato dal 1 ° aprile 2011. Senza questo effetto, i ricavi di PT sarebbero diminuiti del 5,3 per cento.

Il maggior contributo ai ricavi dell’operatore è venuto dalla rete fissa, che ha generato ricavi per 917,4 milioni di euro, ancora del 5,5% in meno rispetto ai primi sei mesi del 2010. La rete mobile contribuisce ai ricavi del semestre con 609,7 milioni di euro, l’11,6 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

PT spiega il calo dei ricavi nelle imprese nazionali con diversi impatti, allineati in ordine decrescente: minori vendite di attrezzature; diminuzione delle tariffe di interconnessione mobile; minori ricavi dal business degli elenchi telefonici; minori ricavi nel commercio all’ingrosso, soluzioni dati e commerciali e minori ricavi dei clienti presso TMN.

I profitti di PT, a loro volta, sono scesi del 13,8 percento a 227,9 milioni di euro. L’EBITDA si è attestato a 1 miliardo di euro e gli investimenti (investimenti) hanno raggiunto i 418 milioni di euro, in proporzione al 15,7 percento dei ricavi. Questo investimento è stato essenzialmente diretto allo sviluppo della rete in fibra e del servizio TV in abbonamento, nonché agli investimenti nello scambio di apparecchiature 2G per apparecchiature 4G, spiega l’operatore nelle informazioni inviate alla Securities Market Commission.

Per quanto riguarda il numero di clienti, PT rivela che gli accessi totali della rete fissa fissa sono aumentati del 6,6 percento a 4.632 mila “, con accessi TV in abbonamento e accessi a banda larga già rappresentativi oltre il 42% degli accessi al dettaglio totali “.

Da segnalare anche a livello di impresa fissa il fatto che nel primo semestre l’operatore ha disconnesso 23 mila linee fisse, compensate da 39 mila aggiunte nette in banda larga e 80 mila in abbonamento TV. In fibra, l’operatore ha già 173 mila clienti.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico