Spotify inizia a testare i podcast video

I ricavi del servizio di streaming musicale aumentano del 20% a US $ 8,8 miliardi

Il 2019 sembra essere stato un buon anno per l’industria della musica e in particolare per i servizi di streaming, come Spotify e Apple Music. In un anno in cui il 79% delle entrate in questo settore negli Stati Uniti è dovuto ai servizi di streaming, le entrate in quest’area sono aumentate del 20%, raggiungendo gli 8,8 miliardi di dollari. I dati provengono dalla Recording Industry Association of America e sono stati rilasciati questo martedì.

Secondo il rapporto annuale dell’American Association, molto è cambiato in un decennio. Nel 2009, la maggior parte delle entrate dell’industria musicale è stata generata da acquisti fisici (59%), seguiti da download digitali. Lo streaming era solo al terzo posto, con una percentuale del 5%. Tuttavia, l’anno scorso la realtà era molto diversa, con questo servizio che dominava completamente e con acquisti fisici non superiori al 10%.

Entrate dell’industria musicale nel 2009 e 2019

Association Industry Association of America

“data-title =” Entrate dell’industria musicale nel 2009 e 2019 – Le entrate del servizio di streaming musicale crescono del 20% e raggiungono gli 8,8 miliardi di dollari – SAPO Tek”> Entrate dell'industria musicale nel 2009 e 2019 Association Industry Association of America

Per quanto riguarda i numeri attuali, e trainati dallo streaming a pagamento, i ricavi del mercato della musica registrata negli Stati Uniti sono cresciuti del 13%, raggiungendo $ 11,1 miliardi. I dati mostrano anche che sono stati gli abbonamenti a pagamento ai servizi di streaming a contribuire maggiormente all’aumento dei ricavi dell’industria musicale, raggiungendo i 6,8 miliardi di dollari. Questa cifra rappresenta un aumento del 25% rispetto all’anno precedente e del 61% delle entrate totali del mercato della musica registrata negli Stati Uniti.

I servizi di streaming a pagamento hanno comportato in media oltre un milione di nuovi abbonamenti al mese, con un numero totale di abbonati pagati negli Stati Uniti superiore a 60 milioni. Ma qual è la ragione di questo aumento? Per l’associazione americana, la qualità della musica e degli artisti è la ragione principale, seguita da nuove offerte di aziende, online, offline e ovunque, in un anno in cui gli americani hanno ascoltato 1,5 miliardi di canzoni in streaming.