javascript contador Skip to content

I ricavi del software SAP crescono del 26%

Dopo sei quarti di perdite, LG guadagna sui telefoni cellulari

SAP ha appena presentato i risultati finanziari per il secondo trimestre del 2011, aumentando i ricavi nell’area software del 26% e aumentando anche i ricavi per servizi. Alla luce dei buoni risultati, la società ha già rivisto al rialzo le sue previsioni di crescita per il 2011.

“La forte domanda che stanno ricevendo le nostre innovazioni ci mantiene ben posizionati per raggiungere il nostro obiettivo di guadagnare entrate annuali di 20 miliardi di euro e un margine operativo del 35% a metà del decennio e nel lungo periodo”, ha affermato Werner Brandt, SAP CFO, nel comunicato sugli utili.

SAP HANA, le soluzioni di mobilità e di analisi aziendale sono alla base del successo ottenuto, anche perché la società ammette che è in atto un cambiamento strutturale nel mercato dell’informatica e che i clienti stanno investendo di più nel software, che lo rende un componente più rilevante negli investimenti.

“In questo contesto, stiamo vivendo una forte domanda per le nostre soluzioni”, spiega Jim Hagemann Snabe, Co-CEO di SAP. “A tempo debito abbiamo optato per una strategia incentrata sull’innovazione e, di conseguenza, stiamo dando una nuova forma al settore con le nostre soluzioni di mobilità, nella memoria e nel cloud. L’innovazione è di nuovo il motore della crescita di SAP”.

Nel secondo trimestre, i ricavi del software sono stati pari a 802 milioni di euro, con un incremento del 26%, ma che potrebbero essere del 35% se il tasso di cambio fosse rimasto costante. Complessivamente, SAP ha registrato ricavi per 3,30 miliardi di euro, il che rappresenta una crescita del 14% rispetto allo stesso periodo del 2010.

I profitti hanno registrato una crescita meno espressiva, attestandosi a 857 milioni di euro, con un incremento dell’11%.

Alla luce di questi risultati, SAP ha deciso di modificare le previsioni finanziarie per il 2011, stimando ora una crescita più vicina al 14% nell’area del software e dei servizi correlati. L’utile dovrebbe essere compreso tra 4,45 e 4,65 miliardi di euro.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico