javascript contador Skip to content

IBM si arrende alla Commissione europea per evitare multe

IBM guida le invenzioni negli Stati Uniti ... per il 20 ° anno

IBM ha deciso di andare avanti con una serie di misure che soddisfano le affermazioni della Commissione europea, nell’ambito di un processo di indagine in corso dallo scorso anno e in cui la società è sospettata di pratiche anticoncorrenziali.

Alla base della ricerca europea c’erano due diverse situazioni. A seguito di una denuncia presentata da T3 e Turbo Hercules, l’organismo della concorrenza ha cercato di capire se Big Blue stava agendo per cercare di chiudere mainframe al software sviluppato dal marchio, un’inchiesta che si è conclusa ieri.

Parallelamente, si sta svolgendo un altro processo, sollevato dall’organismo di regolamentazione stesso, che mira a capire se vi sia stato un comportamento discriminatorio da parte della società nordamericana rispetto ai concorrenti, in particolare per quanto riguarda la fornitura di servizi di manutenzione in mainframe commercializzato dal produttore.

Secondo le informazioni ora pubblicate dalla CE, è noto che ad agosto IBM è stata informata delle conclusioni preliminari del lavoro, che indicano che la società “potrebbe aver imposto condizioni irragionevoli per fornire un’offerta di servizi di manutenzione concorrente”.

IBM non è d’accordo con le conclusioni europee, ma anche così ha deciso di procedere con una serie di misure che facilitano l’accesso ai suoi prodotti e la vita alla concorrenza, una strategia che sembra voler evitare multe pesanti.

Pertanto, il produttore si è offerto di fornire informazioni tecniche ad altre società di manutenzione per l’hardware e il software, a condizioni ragionevoli e non discriminatorie.

Fornitori di servizi di manutenzione a mainframe da IBM avrà accesso a un contratto standard in cui la società è impegnata a fornire informazioni critiche e dettagli i termini in base ai quali lo farà, in modo che i concorrenti possano interagire con i loro sistemi. L’impegno ha un periodo di validità di cinque anni.

Nota di scrittura: Risolto un problema con una taccola.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico