javascript contador Skip to content

iCloud.com è ora online

iCloud.com è ora online

Il sito che supporta iCloud, il servizio di cloud storage di Apple introdotto a giugno, è disponibile online da ieri, con la società che ha anche rivelato quanto verrà addebitato a chiunque abbia bisogno di più di 5 GB per archiviare i propri file. .

In questa prima fase, iCloud.com è accessibile solo agli sviluppatori, fornendo accesso a e-mail, gestione dei contatti, calendario, Trova il mio iPhone e spazio per archiviare documenti iWork.

Oltre a queste funzionalità, che saranno disponibili anche agli utenti lì in autunno, gli sviluppatori possono ancora – e da ora in poi – testare le API che consentiranno loro di portare le loro applicazioni su iCloud.

La pagina ora rivelata di iCloud.com presenta un aspetto simile a quello di Mobile Me, il servizio di sincronizzazione dei dati che sostituirà definitivamente dal 30 giugno 2012, confermando il calendario della transizione pianificato da Apple.

Apple ha anche colto l’occasione per rendere pubblici gli importi che addebiterà per lo spazio aggiuntivo per l’archiviazione dei dati nel nuovo servizio: altri 10 GB costeranno 20 dollari all’anno, 20 GB verranno addebitati a 40 dollari l’anno e un abbonamento di altri 50 GB costa 100 dollari, prezzi inferiori a quelli attualmente praticati su Mobile Me.