javascript contador Skip to content

Il 3D arriva ai processori Intel

Il 3D arriva ai processori Intel

(Aggiornato) Intel ha annunciato che avvierà la produzione in serie di transistor realizzati con strutture tridimensionali, tecnologia che numero uno dei processori ha chiamato Tri-Gate.

La generazione di 22 microprocessori nanometrici risultanti dalla nuova struttura 3D si chiamerà Ivy Bridge e dovrebbe raggiungere il mercato all’inizio del 2012, sostituendo la seconda generazione di chip Intel Core (Sandy Bridge), “materializzati” nei primi computer durante il Lo scorso marzo CES.

I nuovi transistor per patatine fritte 22 nanometri promettono maggiori risparmi energetici e maggiori prestazioni. Secondo Intel, futuro patatine fritte avrà il 37% di prestazioni in più rispetto alla generazione precedente, insieme a una riduzione del 50% nel consumo di energia.

I nuovi patatine fritte servirà una vasta gamma di dispositivi, dai server ai compresse e smartphone. “L’aumento delle prestazioni e il risparmio energetico dei transistor 3D Tri-Gate di Intel non sono mai stati visti prima”, ha dichiarato David Perlmutter, vicepresidente esecutivo di Intel, durante la presentazione.

La società sostiene che il passaggio ai transistor tridimensionali Tri-Gate tiene il passo con la tecnologia avanzata e consente alla Legge di Moore di continuare per anni.

“Gli scienziati e gli ingegneri Intel hanno nuovamente reinventato il transistor, questa volta utilizzando la terza dimensione”, ha dichiarato Paul Otellin, Presidente e CEO di Intel, mentre portiamo la Legge di Moore a nuovi livelli “.

Guarda un video della dimostrazione di Intel sulle capacità dei nuovi processori.