javascript contador Skip to content

Il Belgio richiede 150.000 euro da parte di Google per fare causa

Google potrebbe sborsare 7 milioni di euro per risolvere la causa Street View

Google ha la possibilità di risolvere la causa pendente in Belgio a causa di Street View se accetta di pagare una multa di 150.000 euro, che impedisce al caso di adire il tribunale.

Secondo diverse agenzie di stampa, il procuratore generale belga accusa Google di intercettare illegalmente le comunicazioni e di raccogliere dati privati ​​dagli utenti delle reti Wi-Fi attraverso il servizio Street View, in violazione delle leggi nazionali.

Il gigante di Internet ha ora tre mesi per accettare la proposta, presentata il 12 agosto dal pubblico ministero a seguito del caso. Se la proposta non viene accettata, il caso spetta al tribunale, dove possono essere inflitte multe più elevate e persino pene detentive ai responsabili del servizio.

A marzo, la Commissione nazionale per l’informatica e le libertà in Francia (CNIL), responsabile della protezione dei dati, aveva multato Google per 100.000 euro in una causa relativa anche alla raccolta impropria di dati dalle reti Wi-Fi.

In tutta Europa, le accuse dei regolatori della protezione dei dati che contestano Street View si sono moltiplicate e in Portogallo la National National Protection Commission ha dichiarato che la raccolta di immagini è stata interrotta in attesa di una decisione da parte di tale entità.

Proprio ieri il regolatore britannico della privacy ha anche emesso un parere sul servizio dopo aver condotto un audit. In questo, l’entità afferma che Google dovrebbe migliorare le pratiche di raccolta delle informazioni, ma sottolinea anche che da aprile sono stati presi importanti provvedimenti per migliorare la privacy.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico