javascript contador Skip to content

Il CEO di Microsoft ammette il fallimento di Windows Phone 7

Il CEO di Microsoft ammette il fallimento di Windows Phone 7

Windows Phone 7 non sta dimostrando il successo che Microsoft si aspettava, ha ammesso ieri l’amministratore delegato dell’azienda Steve Ballmer durante il discorso di apertura della conferenza mondiale dei soci a Los Angeles.

Il direttore esecutivo del colosso del software ha sorpreso la stampa specializzata confessando che l’ultima scommessa dell’azienda per il segmento mobile non stava raggiungendo gli obiettivi prefissati.

“Nel giro di un anno siamo passati da molto piccolo a … molto piccolo”, ha detto della quota di mercato raggiunta da Windows Phone 7 dal suo lancio internazionale alla fine di ottobre, cita Computerworld.

Il mese scorso, Nielsen ha avanzato, in uno studio relativo al mercato nordamericano, che il WP7 era presente solo nell’1% circa di tutto smartphone utilizzato nel paese, mentre le quote di Android e iOS si attestavano rispettivamente al 38 percento e al 27 percento.

Tuttavia, Steve Ballmer era fiducioso. “In futuro vedrai grandi progressi in questo mercato”, ha dichiarato il funzionario, sottolineando il successo di Windows 7 e Office 2010.

Microsoft ha venduto oltre 350 milioni di licenze per Windows 7 e più di 100 milioni di licenze per Office 2010, ha osservato, confrontando i 350 milioni di licenze per gli ultimi Windows con “altre società che celebrano il successo quando hanno venduto solo 20 milioni di copie del tuo sistema operativo “, riferisce la stampa internazionale. “Trecentocinquanta sono molto più di 20”, ha detto Steve Ballmer.