Il CEO di Zon ritiene che la decisione sulla fusione potrebbe richiedere da due a sei mesi

Il CEO di Zon ritiene che la decisione sulla fusione potrebbe richiedere da due a sei mesi

In un incontro con gli analisti di mercato Rodrigo Costa non ha voluto anticipare una data prevista per la decisione dell’autorità di regolamentazione, ma ammette che “tra due e sei mesi, tutto può succedere”.

Il CEO dell’operatore ha rifiutato, tuttavia, di fare ulteriori commenti sulla questione, considerando che “di tutte le persone, non dovremmo essere noi a fissare una scadenza fino all’approvazione”, cita Jornal de Negócios.

Ricardo Costa sostiene, tuttavia, che la situazione in Portogallo – per quanto riguarda il sistema di scadenze dell’autorità di regolamentazione – è la stessa del resto dell’Unione europea. La persona responsabile si riferisce al fatto che esiste un limite di tempo definito per l’analisi del regolatore nella legge, ma anche una clausola che prevede la sospensione di quel tempo ogni volta che ci sono nuovi elementi nel processo o domande sollevate dalle parti interessate (come le altre operatori) a cui il regolatore deve rispondere.

Va ricordato che l’intenzione di unire i principali azionisti di Optimus e Zon era nota nel dicembre dello scorso anno. Da allora, sono state prese quasi tutte le misure necessarie per completare l’operazione.

Le amministrazioni delle due società hanno approvato l’operazione e anche Anacom ed ERC hanno dato il via libera. Resta da conoscere la decisione dell’autorità garante della concorrenza che, secondo le informazioni disponibili, dovrebbe contenere una serie di misure per condizionare l’approvazione.

Nota di scrittura: È stato corretto un refuso nelle notizie.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico