javascript contador Skip to content

Il crimine informatico è cresciuto del 492% in Portogallo

La polizia e i pubblici ministeri ricevono formazione sul crimine informatico

Quando si tratta di criminalità informatica, le dimensioni non contano. Questa sembra essere la conclusione da trarre dalla più recente divulgata dalla società di sicurezza informatica Kaspersky Lab, secondo la quale il crimine informatico in Portogallo è cresciuto del 492% nell’ultimo anno.

Monaco è stato un altro esempio menzionato durante la presentazione delle nuove soluzioni del marchio per il mercato interno questa mattina. Nel “secondo paese più piccolo del mondo, gli attacchi sono cresciuti del 670%” tra il 2009 e il 2010, ha rivelato Vicente Diaz, analista della sicurezza dell’azienda.

Il funzionario ha anche dato particolare enfasi al malware sui social network, considerato “il nuovo spam“Il” successo “nell’uso di questo tipo di piattaforme di attacco è dovuto alla grande quantità di informazioni personali pubblicate online dagli utenti, il che rende più semplice l’invio di messaggi che sembrano legittimi.

Oltre all’accesso degli utenti Internet alle informazioni personali, vi è una crescente tendenza a lavorare da casa, dove la protezione sarà (in linea di principio) inferiore, lasciando gli utenti più vulnerabili. La combinazione di fattori facilita gli attacchi mirati, ha aggiunto.

Secondo la società, nell’ultimo anno sono stati bloccati circa 200 milioni di attacchi al mese. Ogni giorno vengono rilevati 35.000 programmi dannosi e vengono inviati più di 30 milioni di messaggi e-mail spam.

Kaspersky lancia la nuova versione di antivirus e suite di sicurezzaI dati sono stati resi noti durante la presentazione della nuova versione delle soluzioni di sicurezza del marchio per il mercato interno: Kaspersky Anti-Virus 2012 e suite Kaspersky Internet Security 2012.

I nuovi prodotti scommettono su ciò che l’azienda chiama “un approccio ibrido”, che combina tecnologie supportate nel cloud (come Kaspersky Security Network, attraverso la quale circa 70 milioni di utenti in tutto il mondo facilitano il rilevamento e la lotta contro le minacce ) con quelli installati sul PC.

In termini di funzionalità, non ci sono grandi novità, puntando invece sul miglioramento degli strumenti esistenti. Questo è il caso di URL Advisor (che ora avverte anche di contenuti sensibili e non solo di virus), protezione contro phishing, System Watcher (ora consente non solo di bloccare l’azione di software dannoso, ma anche di annullare le modifiche apportate da esso) o il controllo parentale, ad esempio.

Le nuove versioni arrivano anche con una nuova interfaccia utente e promettono miglioramenti in termini di interferenze con le prestazioni del computer, che ora dovrebbero essere meno influenzate dall’esecuzione del software di sicurezza.

nuova interfaccia

La versione 2012 dell’antivirus è disponibile al pubblico con prezzi a partire da 29,95 euro, mentre la suite di sicurezza Internet Smart Security viene venduta per prezzi a partire da 39,95 euro.