javascript contador Skip to content

Il giudice salva Apple nella causa di brevetto

Apple potrebbe essere citata in giudizio per ricerche improprie per iPhone 5

I tribunali statunitensi hanno annullato una decisione contro Apple in un caso di violazione di brevetto, in cui il produttore doveva pagare $ 625 milioni (circa € 437 milioni).

Alla luce dell’appello presentato da Apple, il giudice responsabile del caso ha ritenuto che non esistessero prove sufficienti a sostegno della sanzione decisa dalla giuria a favore di Mirror Worlds, la società “denunciante”, nell’ottobre dello scorso anno.

Nella denuncia inizialmente presentata, Mirror Worlds ha sostenuto che diverse funzionalità dei diversi prodotti del marchio Apple – Spotlight, Cover Flow e Time Machine – hanno utilizzato il suo software di archiviazione e presentazione dei documenti.

Apple, a sua volta, ha ribattuto che in almeno due casi la registrazione del brevetto da parte di Mirror Worlds non era valida, quindi non vi sarebbe stata alcuna violazione.

Ha anche aggiunto che il valore di mercato delle funzionalità mirate sarebbe lungi dall’essere pari all’importo determinato nelle ammende, mentre criticava il fatto che fosse stata stabilita un’ammenda per ciascun brevetto presumibilmente violato, che è stato poi aggiunto per dare il risarcimento finale.

Se il giudice avesse confermato la sentenza, questa sarebbe la seconda più grande multa stabilita quest’anno da un tribunale americano e la quarta più grande nella storia giudiziaria del paese per questo tipo di contenzioso, scrive Reuters.