javascript contador Skip to content

Il governo brasiliano promette banda larga a R $ 35 per luglio

Il governo brasiliano promette banda larga a R $ 35 per luglio

L’offerta Internet a banda larga a basso costo in Brasile inizierà a essere disponibile dal prossimo luglio. Da quella data, i cittadini brasiliani potranno contrarre l’accesso alla “grande rete”, almeno 1 Mbps, in cambio di R $ 35 al mese (circa 15,3 euro), a operatori come Oi, Telefónica o Embratel.

Inizialmente, il servizio sarà disponibile in un numero limitato di sedi, sapendo che in sette degli stati coperti ci sarà un’esenzione dall’imposta sulla circolazione di beni e servizi (ICMS), che porterà il prezzo a 29,90 reais (13,5 euro).

L’offerta fa parte del programma del governo brasiliano per la banda larga (PNBL) e inizialmente prevedeva una velocità di trasmissione di soli 600 kbps, che su suggerimento di Dilma Rousseff fu infine ampliata.

A quel tempo, il presidente del Brasile ha giustificato il cambiamento con una richiesta al governo di prendere come riferimento paesi come gli Stati Uniti, dove Barack Obama ha annunciato connessioni a 1 Gbps in strutture pubbliche o la Corea del Sud, considerato il campione in velocità. su internet.

“Riteniamo che il Brasile non dovrebbe accontentarsi di espandere l’accesso della popolazione a Internet senza raggiungere velocità di connessione vicine ai livelli internazionali”, ha sottolineato, a sua volta, il ministro delle comunicazioni, Paulo Bernardo.

Secondo la stampa locale, le prime città collegate al PNBL saranno Samambaia, Recanto das Emas, Santo Antônio do Descoberto, Anápolis, Senador Canedo e Aparecida de Goiânia.