javascript contador Skip to content

Il governo promette la pirateria e le leggi sulla copia privata in un anno

Partito pirata vicino alle elezioni dei deputati in Germania

La legge sulla copia privata, a lungo rivendicata dal settore culturale, dovrebbe essere redatta in un “periodo da sei a otto mesi”, stabilisce il nuovo programma del governo. Un altro degli obiettivi fissati per il prossimo anno è la creazione di una legislazione contro la pirateria.

Il programma governativo PSD / CDS-PP, pubblicato ieri, stabilisce la necessità di creare “una legislazione per combattere varie forme di pirateria”, in un “periodo ragionevole da sei mesi a un anno”.

La strategia prevede l’adozione di “meccanismi di monitoraggio”, in linea con “le strategie nel frattempo definite dalla Commissione europea”, ha rivelato il nuovo esecutivo. Resta da vedere se i piani includano l’ufficio per la lotta alla pirateria online coordinato dall’Ispettorato generale per gli attori culturali (IGAC), che sarebbe “in fase di attuazione” sotto l’autorità del governo precedente.

In un arco di tempo più lungo della legislazione “da uno a due anni” dovrebbe essere redatto un documento che consenta di “adattare il codice dell’autore e i diritti connessi alle nuove realtà del mondo digitale”, aggiunge il documento.

Inoltre, la promessa Legge sulla copia privata – che stabilisce una tariffa da includere nel prezzo dei supporti di registrazione utilizzati nella copia legittima di film e musica, ad esempio – dovrebbe rispondere “alle esigenze e ai requisiti attuali” e dovrebbe essere redatta nei prossimi sei a otto mesi.