javascript contador Skip to content

Il kit di sviluppo Kinect è online

Il kit di sviluppo Kinect è online

Microsoft ha iniziato a rendere disponibile l’SDK Kinect, il kit di sviluppo per i programmatori che vogliono creare applicazioni per Windows 7 sfruttando il sensore di movimento creato per Xbox 360.

Gli strumenti di sviluppo, ancora in versione beta, sono accessibili per Scarica gratuitamente su un sito Web creato allo scopo, dove è anche possibile accedere alle informazioni per trarne vantaggio.

Kinect consente ai giocatori di interagire con Xbox 360 attraverso movimenti del corpo o comandi vocali, senza la necessità di controlli tradizionali e sin dal suo lancio, è stato oggetto di numerosi “attacchi” da parte di programmatori indipendenti per adattarsi per funzioni diverse dalla semplice interazione con la console Microsoft.

L’insieme di strumenti “attesi dai programmatori di tutto il mondo, anche quelli che di solito non sono vicini a Microsoft” arriva “per sbloccare un nuovo mondo di possibilità riguardo al modo in cui interagiamo con le nostre applicazioni e dispositivi”, afferma il responsabile dell’area comunicazione e marketing con il pubblico tecnico di Microsoft Portugal.

Il trucchi ed esperienze che sono state fatte usando Kinect sono la prova di “una comunità incredibilmente creativa e disposta a esplorare nuove forme di interazione e, naturalmente, il Portogallo ha anche molti buoni esempi”, spiega Miguel Vicente, “ma questo SDK presenta innumerevoli caratteristiche che, fino ad ora, erano estremamente difficili da sfruttare “, aggiunge.

Per accompagnare il lancio dell’SDK, il produttore gestisce una campagna su Facebook, con la quale propone di offrire Kinects a nuove idee per l’interazione, riassunte in un Tweet (messaggio fino a 140 caratteri). Il concorso, rivolto agli utenti portoghesi, si svolgerà fino al 24 giugno (venerdì).

Il dispositivo integra un sofisticato set di telecamere e sensori in grado di identificare i movimenti e acquisire immagini, combinato con un set di microfoni, che consentono di “ascoltare” i comandi dell’utente. Le risorse possono ora essere utilizzate nei programmi per computer con Windows 7 installato, purché non siano destinati all’uso commerciale.

La società ha già rivelato, tuttavia, che intende lanciare un pacchetto per uso commerciale in futuro.