javascript contador Skip to content

Il mercato dei PC scende del 19% in Europa

Le vendite di computer calano nel quarto trimestre

Le vendite di computer, aggiunte alla fabbrica, sono diminuite nuovamente in Europa nel secondo trimestre di quest’anno, secondo Gartner. Il consulente conta 12,7 milioni di unità spedite ai negozi, in calo del 18,9% rispetto allo stesso periodo del 2010.

“Il mercato dei PC in Europa occidentale ha risentito della debole domanda sia nel settore professionale che in quello domestico, pur affrontando le conseguenze dell’inventario in eccesso nel 2010”, affermano gli analisti di Gartner.

I computer portatili sono stati il ​​segmento più interessato, con un calo del 20,4%, con il “concetto” netbook per raccogliere la parte peggiore, registrando un calo del 53%. Noi del desktop il calo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso è stato del 15,4%.

Come risultato dei valori registrati, Acer è tornata al secondo posto nel mercato dei PC, con HP che ha ripreso la sua leadership. Il produttore taiwanese ha immesso sul mercato 2,046 milioni di unità, il 44,6% in meno rispetto all’anno precedente e attualmente detiene una quota di mercato del 16,2%.

Nome immagine

HP, a sua volta, ha prodotto 3,171 milioni di computer, in calo del 6,1% rispetto allo stesso periodo del 2010, mantenendo ora una quota del 25,1%.

Dell rimane al terzo posto dopo aver venduto 1.371 milioni di computer nel trimestre. Asus e Apple assicurano, rispettivamente, la quarta e la quinta posizione nell’elenco dei principali produttori, rilevando che la società Apple è stata l’unica le cui vendite sono aumentate nel trimestre.

“I risultati di questo trimestre sono la prova della debole domanda dei consumatori e possono indicare un cambiamento strutturale nel mercato che minaccia di continuare nel prossimo futuro”, avverte Gartner.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico