Mega dominio bloccato dal governo del Gabon

Il nuovo Megaupload avrà file crittografati per evitare problemi legali

Mega, un nuovo servizio che succederà a Megaupload, crittograferà tutti i file caricati dagli utenti per evitare problemi legali. La notizia è stata data da Kim Dotcom in un’intervista a Wired.

La crittografia utilizzerà l’algoritmo AES (Advanced Encryption Standard) e solo l’utente che lo crea Caricare gli archivi avranno accesso alla chiave per decrittografare il contenuto del file. In questo modo, il miliardario neozelandese è esente da responsabilità per una possibile violazione del copyright, che ricadrà solo sull’utente.

“Se i server vengono persi, se il governo arriva al Banca dati e prenderli, se qualcuno accede ai server o li ruba, non darà loro nulla. Qualunque cosa sia memorizzata sul sito rimarrà chiusa e privata senza la chiave “, ha dichiarato Kim Dotcom.

E secondo il neozelandese, l’unico modo per considerare il servizio fuorilegge è rendere illegale la crittografia. Ma ha ironicamente ricordato che la privacy è un diritto umano sancito dalle Nazioni Unite.

Il sito di archiviazione online presenterà anche una duplice funzione di screening del contenuto, assegnando a ciascun file una chiave di crittografia univoca. Se lo stesso file viene caricato cento volte, l’utente riceverà un centinaio di chiavi e sarà responsabile di un centinaio di file “diversi”.

Ognuno sarà responsabile del modo in cui i file sono gestiti e distribuiti, il che si rivela un miglioramento della privacy dei dati e delle condizioni di sicurezza del nuovo servizio in relazione a Megaupload.

Lo schema progettato impedisce anche che i file su server ipoteticamente arrestati vengano attribuiti a Kim Dotcom. I due nuovi Centri dati saranno utilizzati in due paesi diversi per prevenire la perdita di dati in caso di calamità naturale o altre situazioni impreviste. La posizione dei server non è stata rivelata, ma secondo il neozelandese, tutto è conforme alle regole locali.

Il fondatore del servizio di archiviazione ha anche creato uno scenario in cui anche i personal computer faranno parte del server: “Da un garage al più grande servizio di hosting online, chiunque può connettere i propri server a questa rete”.

La rivista ha anche parlato con alcune persone legate al mondo del copyright che hanno mostrato preoccupazione per il nuovo sistema “a prova di legge” ideato da Kim Dotcom. “Potrebbe cambiare i termini del gioco del gatto e del topo, ma sarà sempre lo stesso gioco”, ha dichiarato Julie Samuels, avvocato della Electronic Frontier Foundation.

Su queste preoccupazioni, Kim Dotcom ha affermato che se le entità hanno accesso ai dati e sono in grado di dimostrare che esiste una violazione diritto d’autore, quindi Mega rimuoverà il contenuto illegale.

Mega dovrebbe iniziare a funzionare entro la fine del 2012.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico