javascript contador Skip to content

Il Portogallo al terzo posto in termini di velocità di accesso a Internet

Il Portogallo al terzo posto in termini di velocità di accesso a Internet

Il Portogallo è il terzo paese al mondo con le migliori velocità di accesso a Internet a banda larga fissa, secondo il rapporto più recente dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU) sulla banda larga.

Al classifica dei paesi che offrono i servizi di banda larga fissa più veloci, il Portogallo appare subito dopo la Corea del Sud e la Bulgaria, che occupano rispettivamente il primo e il secondo posto.

Secondo il grafico – incluso nello studio di Measuring the Information Society 2011, da cui TeK aveva tratto le sue prime conclusioni ieri – più della metà degli abbonamenti ai servizi Internet a banda larga fissi nel nostro paese sono per velocità superiori a 10 Mbps.

fonte: Measuring the Information Society 2011, ITU.

Il rapporto, pubblicato ieri, colloca anche il paese al settimo posto nell’elenco di quelli che si sono maggiormente evoluti, tra il 2008 e il 2010, per quanto riguarda l’accesso alla rete – basato su un indice che combina i dati sul numero di utenti Internet per per 100 abitanti, numero di abbonamenti a banda larga fissi per 100 abitanti e abbonamenti a banda larga mobile per 100 abitanti.

Al classifica complessivamente per lo stesso indice, il Portogallo è al 22 ° posto in tutto il mondo ed è 18 ° nel confronto solo tra i paesi europei.

I portoghesi sono ancora evidenziati nell’uso della banda larga mobile, apparendo al settimo posto nella tabella di coloro che utilizzano maggiormente la tecnologia, registrando una media di 72,5 abbonamenti attivi per 100 abitanti – qualcosa che, in Europa, è superato solo da Svezia e Finlandia.

fonte: Measuring the Information Society 2011, ITU.

Anche per quanto riguarda gli accessi supportati su fibra ottica, i numeri collocano il Paese tra i primi 17 al mondo, in un tavolo ancora una volta guidato dalla Corea del Sud.

fonte: Measuring the Information Society 2011, ITU.

Le prestazioni nazionali sono meno impressionanti nelle analisi come il grado di sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, basate su criteri come il numero di telefoni cellulari, abbonamenti a banda larga fissi e mobili a banda larga, linee telefoniche, larghezza di banda, famiglie con PC e Internet, utenti o tassi di alfabetizzazione.

fonte: Measuring the Information Society 2011, ITU.

In questo classifica Il Portogallo è ancora al 27 ° posto, in uno scenario in cui quasi tutti i paesi dell’UE fanno meglio. Il nostro paese è stato tuttavia considerato uno di quelli che si sono maggiormente evoluti tra il 2008 e il 2010.

Scritto ai sensi dell’Accordo ortografico