javascript contador Skip to content

Il portoghese investe nella prenotazione di tavoli online

Il portoghese investe nella prenotazione di tavoli online

L’anno non è ancora a metà strada e il mercato portoghese ha già vinto due nuovi servizi di prenotazione tavoli online. Le ragioni avanzate dell’investimento coincidono anche: il desiderio di creare offerte differenziate e “pionieristiche” in un’area in cui vi era un divario.

“Il Portogallo è un paese legato alla gastronomia dove [este tipo de ofertas] non esisteva “, afferma il direttore del marketing e delle partnership di MyTable – disponibile da gennaio in versione di prova e che lascerà cadere la” beta “la prossima settimana.

Pedro Reis, Pedro Magalhães e Miguel Silva, la cui età media ha 27 anni, sono stati ispirati da successi internazionali come TopTables e OpenTable per creare il servizio che offre ai commensali la possibilità di prenotare tavoli con circa un’ora di anticipare (o più) e ai ristoranti una gestione integrata delle prenotazioni effettuate tramite Internet, telefono e di persona.

Tutto è fatto sulla base del sito Web, che è stato scelto come partner per l’ultima settimana del ristorante di Lisbona, dove ha avuto il suo primo “processo al fuoco” – superato senza lamentele. Tra i ristoranti, i vantaggi includono la possibilità di modificare autonomamente il contenuto presentato al pubblico, offrendo pacchetti speciali o sconti, attraverso l’area dedicata allo stabilimento sul portale.

L’azienda è interamente di proprietà della società formata dai tre laureati in informatica e gestione aziendale – che si chiama Index Virtual Ltd. ma cambierà presto nome, ha affermato Pedro Reis. L’esecuzione tecnica del progetto, che ha comportato un investimento di 50 mila euro in infrastrutture tecnologiche e ha richiesto circa un anno per essere completata, è stata consegnata a un’altra società nazionale, IBT. In totale, i mentori dell’iniziativa hanno investito circa 100 mila euro, che “entro la fine dell’anno potrebbero raggiungere i 500 mila”.

Sul mercato c’è meno tempo, ma non meno successo, BestTables si è presentato al pubblico all’inizio del mese, avendo già 66 ristoranti affiliati, che competono con i 100 disponibili tramite MyTable.

Nonostante le somiglianze, il CEO di BestTables garantisce che si distingue dalla concorrenza, sia a livello nazionale che internazionale, sottolineando caratteristiche come l ‘”algoritmo di posti a sedere”, che cerca la migliore combinazione di posti disponibili ai tavoli e inoltra le prenotazioni per ore. meno domanda quando un ristorante è pieno.

“La tecnologia che abbiamo qui è unica al mondo”, afferma Ricardo Sécio, sulla piattaforma, che consiste in un software integrato di gestione delle prenotazioni (online, di persona e per telefono) per i computer dei ristoranti e il sito Web per le prenotazioni online di i clienti.

Questi sono garantiti la possibilità di combinare diversi criteri di ricerca, che possono essere fatti a seconda del ristorante, ma anche la disponibilità di tavoli per il numero di persone desiderate, la posizione o il tipo di cibo desiderato – un altro dei punti di forza evidenziato dal responsabile.

Circa un anno e mezzo di ricerca e sviluppo, in collaborazione con insegnanti di classe e chef ristoranti come Olivier, Alma (di Henrique Sá Pessoa) o Feitoria e 450 mila euro di investimenti sono alla base del progetto, che potrebbe essere sulla strada dell’internazionalizzazione.

La ricettività ha superato le aspettative del team, garantisce il CEO di BestTables, che ha contato sull’investimento della società di venture capital InovCapital e sul supporto tecnologico di Rupeal.

“La settimana che abbiamo lanciato [o serviço] abbiamo ricevuto contatti da investitori europei per esportare in altri paesi “, ha rivelato Ricardo Sécio, che ha rifiutato di fornire dettagli, aggiungendo che ha già avuto incontri con le parti interessate. MyTable prevede anche di attraversare i confini, essendo” stabilire contatti per espandere il servizio. per il Sud America “, senza date fissate per andare avanti.

Misurati in numeri, i risultati sono evidenti, ad esempio, nelle 2.500 prenotazioni già effettuate attraverso ciascuno dei servizi – e nel caso di BestTables il numero è stato raggiunto in sole 3 settimane. MyTable ha anche affermato di aver già raggiunto i 20.000 marchi pagine visualizzate.

Il responsabile marketing del servizio ha anche affermato che la società si sta preparando a lanciare applicazioni per piattaforme mobili come Android o iPhone nel terzo trimestre di quest’anno. L’investimento è stimato in 50 mila euro.

Su entrambi i siti, la prenotazione dei tavoli è gratuita per i clienti, con il costo sostenuto dai ristoranti, che pagano in base al numero di prenotazioni raccolte. Nessuna delle aziende voleva menzionare i valori.

Nota dell’editore:Le informazioni sono state aggiunte all’articolo.

Joana Martins Fernandes