Il roadster SpaceX ha già realizzato la prima orbita attorno al Sole

Il roadster SpaceX ha già realizzato la prima orbita attorno al Sole

Nel febbraio 2018, Falcon Heavy ha fatto la storia diventando uno dei razzi più potenti per raggiungere lo spazio e proprio sul volo inaugurale è stato possibile recuperare i suoi propulsori laterali, che sono atterrati sani e salvi. Ciò ha aperto un capitolo importante per SpaceX per quanto riguarda l’esplorazione dello spazio. A bordo del Falcon Heavy seguì il famoso Starman, il manichino al volante della Tesla Roadster, con l’obiettivo di metterlo in un’orbita eliocentrica, attorno al Sole, dove si sarebbe regolarmente avvicinato a Marte.

A un anno e mezzo dal suo volo, il veicolo ha già completato la sua prima orbita attorno al Sole. Secondo il sito web Where is Roadster, che traccia il suo viaggio in tempo reale, la Roadster avrà percorso 762 milioni di miglia da quando è partita.

Per quanto riguarda il suo approccio alla Terra, dovrebbe arrivare solo il 5 novembre 2020, a una distanza di 32,2 milioni di miglia (52 milioni di chilometri). Prima di ciò, si avvicinerà per la prima volta a Marte, il 7 ottobre del prossimo anno, a circa 4,5 milioni di miglia (7,2 milioni di chilometri) dal pianeta rosso. Dopo questa visita, sarà necessario attendere quasi 30 anni affinché lo Starman sia di nuovo vicino alla Terra nel 2047.

Se ti piacciono i numeri curiosi, il sito web aggiorna costantemente che se la batteria funziona ancora, il manichino avrà ascoltato il tema David Bowie Space Oddity più di 151.729 volte da quando è decollato. Il veicolo avrà percorso 21.202 volte il limite di miglia coperto dalla garanzia di 36 mila miglia.