javascript contador Skip to content

Il tribunale ordina a Glintt di pagare 300.000 euro

Il governo promette di nuovo la legge per le scommesse online dopo la decisione su Betclic

A Glintt e Baxter fu ordinato di pagare 400 mila euro per un accordo sui prezzi. La decisione proviene dal tribunale commerciale di Lisbona e conferma una precedente decisione dell’autorità garante della concorrenza.

Il regolatore aveva già confermato la conclusione e l’esecuzione di un accordo anticoncorrenziale per la fissazione dei prezzi di vendita tra le due società, un’azione che costituisce una contro-ordinazione, alla luce della legge n. 18/2003 dell’11 giugno.

Come spiega una nota pubblicata sul sito web dell’autorità garante della concorrenza, il tribunale non ha solo dimostrato che il comportamento degli imputati ha inciso sugli scambi intracomunitari.

Nelle sanzioni inflitte dal tribunale, Glintt è stato condannato a pagare 300 mila euro e Baxter a pagare 100 mila euro. Secondo l’edizione odierna di Jornal de Negócios, la società guidata da Manuel Mira Godinho sta preparando un ricorso contro la decisione della corte della Corte d’appello, mentre Baxter sta ancora analizzando la decisione della corte.

Sempre secondo il quotidiano, il processo in questione è iniziato nel 2006 e si basa su un contratto stipulato tra i due imputati per la vendita di distributori automatici di medicinali monodose. È iniziato da una denuncia dell’ospedale Padre Américo.

Scritto in base al nuovo accordo ortografico